MetropolNews

06:0513122018

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Attualità Attualità Floating Life un 2018 ricco di novità

Floating Life un 2018 ricco di novità

T089-K43-D0009brFloating Life International, società svizzera specializzata nel campo della gestione dei charter e vendita di super e megayacht, ha siglato una partnership commerciale con la società turca Ino Yacthing che rappresenterà il marchio in Turchia.

Questo accordo permetterà a Floating Life di presidiare direttamente un mercato in forte espansione come quello turco che offre ottime prospettive di sviluppo. La posizione geografica favorevole tra il Mar Nero e il Mediterraneo, la costa di sabbia e scogli, isole e calette indipendenti, l'incredibile bellezza delle baie ha accelerato lo sviluppo del turismo nautico, che grazie al clima e alle condizioni del mare è possibile in tutte le stagioni.AP

"Ci siamo affidati a un partner di collaudata esperienza – ha dichiarato Andrea Pezzini, Direttore di Floating Life – per portare i servizi di Floating Life in Turchia. Ino Yachting è un'azienda con cui collaboriamo già da diversi anni per le manutenzioni delle nostre barche.

La Turchia è da sempre una meta amata dai nostri clienti. Grazie alla partnership di Ino Yachting, che ha sede a Marmaris e opera in tutta la Turchia, avremo a disposizione la loro esperienza nel settore degli yacht e la presenza diretta sul territorio".

Floating Life si apre al design degli yacht e presenta Dream K43, il progetto di un innovativo 43 metri pensato per essere condiviso da vari armatori, secondo due nuove formule di multiproprietà. Con l'intento di fare anche il giro del mondo

Floating Life, società di management e charter di yacht e superyacht, fondata in Svizzera da Andrea Pezzini, Director and Co-founder, insieme a Barbara Tambani, Ceo and Co-founder, nel 2002, offre moltissimi servizi esclusivi e customizzati per l'armatore al punto di risolvere e soddisfare qualsiasi tipo di esigenza e di desiderio (che parte dalla gestione dei bagagli a bordo sino all'organizzazione dell'equipaggio e delle loro divise fino al vero e proprio management dello yacht; inclusa eventuale estensione della vacanza a terra in un grand hotel).

BTFloating life che oltre ai servizi di gestione dello yacht, tratta anche il mercato del charter è molto esperta anche di yacht in multiproprietà. Dal 2009, opera in questo settore gestendo gli yacht di Yacht Plus: tre 41 metri realizzati dai cantieri Rodriquez e progettati appositamente dall'archistar Sir Norman Foster (Ocean Emerald, Ocean Pearl e Ocean Sapphire). Floating Life nel 2007 ha messo a punto un sistema di gestione a rotazione con un regolamento ferreo di gestione che ancora oggi, dopo 10 anni è un vero successo.

Forte dell'esperienza e delle conoscenze del suo co-fondatore, Andrea Pezzini (che prima di fondare la società, ha lavorato a lungo come surveior, technical manager e anche come designer per una serie di importanti cantieri - da Picchiotti a Tecnomarine fino ad Amico), Floating Life, ha pensato di alzare l'asticella e di espandere le proprie competenze anche nel campo della progettazione di yacht con la Serie K ideata in collaborazione con lo Studio Sculli di Sarzana (SP).

La Serie K include unità di varie lunghezze, dai 36 metri sino ai 45 metri, altamente personalizzabili (di queste il primo K40M/Y Kanga, ha già visto la luce, realizzato da CCN ed entro la fine del 2018 sarà varato il K42, attualmente in fase avanzata di costruzione ad Ancona presso la sede del Cantiere delle Marche).

Il progetto Dream K43 fa parte della Serie K ed è il primo yacht che sarà venduto in multiproprietà a 7 armatori, secondo due nuove e moderne formule rispetto alla precedente sviluppata su Ocean Pearls, che attualmente ha 8 proprietari, (mentre le gemelle Ocean Emerald e Ocean Sapphire appartengono ora a due armatori diversi). Gli acquirenti potranno godere di periodi di proprietà più lunghi (in slot da 8-10 giorni e anche per più periodi) e scegliere tra due tipologie diverse di multiproprietà: a porzione di yacht (Fractional Ownership) oppure a periodo di tempo (Time Sharing). In questo secondo caso l'utente non sarà il proprietario dello yacht (ed è quindi scarico di qualsiasi responsabilità gestionale) ma il fruitore del tempo acquistato (formula che permette anche di subaffittare a un terzo soggetto).

"La multiproprietà (e questo tipo di formule) permette a più persone di poter acquistare frazioni di yacht normalmente inarrivabili e riservate a pochissimi eletti, dati i costi", dice Andrea Pezzini Director e Co-founder di Floating Life. "Il proprietario poi può anche personalizzare la propria porzione di proprietà con quadri, foto di famiglia, libri, biancheria, la cui organizzazione viene gestita direttamente da Floating Life. Noi chiediamo di portare e di lasciare a bordo tutto ciò che crea appartenenza, e che ritroverà quando salirà a bordo di nuovo. Abbiamo un nostro mega magazzino dove riporre oggetti e persino i giochi dei bambini. Con Dream K43, stiamo addirittura ambendo di organizzare il giro del mondo".T089-K43-D0013br-1

Dream K43 è un Expedition Yacht estremamente lussuoso, con carena in acciaio e sovrastrutture in alluminio totalmente vetrate per una maggiore condivisione dello spazio. Fa parte della Serie K che nell'estetica e nelle prestazioni ricorda gli Explorer Vessel, imbarcazioni affidabili in grado anche di effettuare il giro del mondo e di navigare quindi in acque fredde, con tutti i comfort degli yacht più lussuosi. È uno yacht molto versatile che si presta a una particolare personalizzazione delle aree armatoriali. Gli interni, generosi e razionali, prevedono zone di intrattenimento multifunzionali ed aree relax e di benessere perfettamente attrezzate. Nel progetto, anche due piscine: una con acqua dolce e una con acqua salata. Nella zona prodiera una suite armatoriale con grandi finestre per viste mozzafiato.

Il gruppo svizzero  Floating Life Holding è specializzato nel management di charter e vendita di super e megayacht. Floating Life gestisce "l'azienda - barca" in modo professionale per conto dell'armatore, sollevandolo da tutti i possibili problemi legati alla gestione del proprio yacht. Al fine di sviluppare un progetto legato all'eccellenza di servizio al cliente e con l'ottica di fornire la più alta specializzazione possibile, Floating Life si è riorganizzata attraverso la costituzione di una Holding. Questa controlla le seguenti società: Floating Life Charter&Brokerage, Floating Life International che si occupa del management della flotta (fra cui la gestione delle multiproprietà YachtPlus), del Crew management, delle new custom Construction&Survey. Inoltre Floating Life Group, insieme a Floating Life Italy, è attivo nel design e produzione di crew uniforms. La holding sta, inoltre, ampliando le proprie attività collaborando con numerosi partner internazionali: Mosca, India, Caraibi (Antigua) e Sud America. Il mezzo più importante attraverso il quale le società della holding si interfacciano con il cliente è un ufficio di Concierge composto da 3 persone attive 24h/7/365.

Questa struttura, operando trasversalmente all'interno delle suddette società, ha funzione di filtro e smistamento delle richieste tra le risorse interne. Attraverso l'ufficio Concierge, Floating Life è in grado di fornire una risposta rapida ad ogni esigenza del cliente, in un'ottica di gestione "globale" di ogni sua necessità. Dal 2009, Floating Life fa parte del programma Yacht Plus, servizio di super yacht in multiproprietà unico al mondo. Una flotta di yacht di 41 metri disegnati dalla Foster+Partners e realizzati presso Rodriquez Cantieri Navali. Floating Life gestisce tutto il front desk delle imbarcazioni con gli armatori e charter. Con l'avvento della Serie K disegnata in collaborazione con lo Studio Sculli, Floating Life sta rinnovando la sua offerta di multiproprietà della nautica, e specificatamente con il modello 43m.

T089-K43-D0068brSerie K, gli yacht sartoriali

Lunghi dai 36 metri ai 45 metri gli yacht della Serie K, progettata da Floating Life in collaborazione con lo Studio Sculli, sono personalizzabili anche nelle sovrastrutture. Gli armatori potranno modificarlo totalmente e trasformarlo in un oggetto irripetibile. Proprio come il K42, che è in arrivo.

Dopo il varo del primo K40, M/Y Kanga, realizzato da CCN, entro la fine del 2018 sarà varato il K42, attualmente in fase avanzata di costruzione ad Ancona presso la sede del Cantiere delle Marche. K40 e K42 sono le prime unità della gamma Serie K progettata da Floating Life in collaborazione con lo Studio Sculli.

La Serie K rappresenta di fatto una nuova specializzazione di Floating Life, società di management e charter di yacht e superyacht, fondata in Svizzera da Andrea Pezzini, Director and Co-founder, insieme a Barbara Tambani, Ceo and Co-founder, nel 2002.

La nuova linea di yacht prevede lunghezze dai 36 metri ai 45 metri e sono tutti altamente personalizzabili anche nelle sovrastrutture. Gli armatori potranno quindi declinare interamente il proprio modello, scelto tra le piattaforme della Serie K, secondo i propri gusti e desideri, potranno anche richiedere che il progetto sia realizzato one-off (esattamente come è avvenuto per il M/Y Kanga) e quindi sia irripetibile.

"Carico di un bagaglio di esperienze maturato in 40 anni di professione nella gestione e anche nella supervisione durante la costruzione di yacht di ogni dimensione, ho pensato fosse venuto il momento di progettare una linea di yacht dalle caratteristiche uniche, che potessero soddisfare i desiderata di armatori molto esigenti", dice Andrea Pezzini, che firma i progetti insieme allo Studio Sculli di Sarzana. "La Serie K è motivo di grande orgoglio per me perché, oltre a inaugurare una nuova specializzazione all'interno della nostra società, è una nuova meta che condivido con i miei figli, la generazione che nel futuro porterà avanti la bandiera di Floating Life".

La Serie K ricorda nell'estetica e nelle prestazioni gli Explorer Vessel, imbarcazioni affidabili in grado anche di effettuare il giro del mondo e di navigare quindi in acque fredde, con tutti i confort degli yacht più lussuosi. Lo scafo, in acciaio, è caratterizzato da una piattaforma navale declinata in lunghezze variabili da 36 metri a 45 metri, con una larghezza tra i 9 metri e i 9,40 a seconda delle dimensioni. Attualmente sono stati già progettati: due K40 (di cui uno varato), un K42 (in costruzione), un K43 e il Commander 415. A completamento della linea K e di prossimo sviluppo ci sono anche il K45, un ulteriore K40 metri, un K43 con helipad touch and go e un nuovo progetto K47, nato dallo sviluppo della carena K messa a disposizione da Floating Life per l'interessante tesi di un gruppo di giovani studenti in yacht design.

KEY FACTS SERIE K

• Sovrastrutture in alluminio con largo uso di vetro rinforzato totalmente personalizzabili nel design e nel numero di ponti.

• Carena in acciaio, con particolare finitura a stucco (di 4 mm che rafforza la carena e ne riduce gli inestetismi), progettata con sofisticato programma per l'ottimizzazione idrodinamica dello scafo e testata in vasca navale a Göteborg

• Ice Class notation (su richiesta, per navigare in acque fredde o con ghiaccio in formazione)

• Autonomia di navigazione di 5000 miglia con serbatoi adatti a effettuare navigazioni atlantiche

• Celle frigorifere con ghiacciaie capienti e walk-in

• Tunnel centrale sottoponte a tutta altezza per ispezione e manutenzione dei locali tecnici (senza interferire con la privacy dell'armatore e dei suoi ospiti.)

I MODELLI

K36

È il più piccolo della gamma. Il progetto dispone comunque volumi importanti, nonostante le dimensioni ridotte, con una vivibilità pari a una di lunghezza superiore ai 40 metri. Lo scafo è stato testato per ottimizzare velocità e performance sulla lunga distanza.

K40.2

Dopo il primo K40 "one-off" M/Y Kanga, questo modello viene ribattezzato K40.2. Con uno scafo in acciaio altamente performante, ha una sovrastruttura in alluminio totalmente personalizzabile ma caratterizzata da ampie vetrate per assicurare il maggior contatto visivo con il panorama esterno. Dispone di 6 cabine (per un totale di 12 ospiti), di cui tre Vip, una doppia e la suite armatoriale. Quest'ultima è collocata sull'upper deck ed è un vero appartamento indipendente, con salone ed area esterna riservata. Per cene ricche di atmosfera e pranzi a pelo d'acqua, è stata creata una zona pranzo formale nella beach area, dotata di portavivande "in e out" collegato al servizio del piano cucina.resize

K42

Attualmente in costruzione presso il Cantiere delle Marche, il primo K42 sarà consegnato a inizio 2019. Totalmente personalizzato secondo le richieste dell'armatore, dispone di due ben discoteche; una di queste si sviluppa sui 25 metri di ponte libero, un enorme spazio polivalente dove, sbarcato il tender di 11,80 metri, diventa anche un'enorme sun area a in comunicazione contatto con la beach area e all'acqua. Sempre sul main deck, al posto della sala pranzo, vi sono due cabine Vip con doppio accesso. Al posto del consueto fly è stato progettato un ponte a uso esclusivo dell'armatore: una

suite con accesso privato da scala interna, con piscina, living e persino una pantry con montavivande collegato alla cucina, per garantire una perfetta autonomia. Per gli ospiti quattro cabine, di cui due nel lower deck con terrazza sul mare.

A prua una zona tecnica su due piani, con una moto d'acqua, un ulteriore tendere e una Jeep (contenuta in un apposito telaio per il trasporto a terra); nella stessa zona si trova anche un'area fitness.

K43 (Dream K43)

È un Expedition Yacht lussuoso, con sovrastrutture in alluminio totalmente vetrate. È uno yacht estremamente versatile che si presta a una particolare personalizzazione delle aree armatoriali. È un modello infatti studiato per adattarsi a un nuovo programma di Fractional Ownership e di Time-Sharing (due diverse tipologie di multiproprietà messe a punto da Floating Life) che in questa versione viene denominato Dream K43; si tratta del risultato dell'osservazione di 10 anni di management di yacht in Multiproprietà della serie Yacht Plus (disegnati da Foster) che Floating Life gestisce per conto armatoriale.

Gli interni, generosi e razionali, prevedono zone di intrattenimento multifunzionali ed aree relax e di benessere perfettamente attrezzate. Nel progetto, anche due piscine: una con acqua dolce e una con acqua salata. Nella zona prodiera una suite armatoriale con grandi finestre per viste mozzafiato.

COMMANDER 415

Con scafo uguale a quelli della Serie K Il Commander 415 (disegnato esclusivamente per CCN). è stato studiato per navigazioni lunghe in tutti i mari del mondo e anche in acque fredde (ha ottenuto la Ice Class Notation). Il progetto è caratterizzato da tante aree esterne per godere della navigazione in estremo relax. Un intero ponte è riservato all'armatore che dispone di una grande piscina privata a prua. Sull'upper deck un'infinity pool è a uso degli ospiti. Sul main deck una dining organizzata in modo da essere in stretta connessione con la loung area esterna.

Ultima modifica 19 Settembre 2018
Valuta questo articolo
(1 Vota)