MetropolNews

21:0317102019

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Attualità Attualità Orticolario è iniziato il fantasmagorico viaggio

Orticolario è iniziato il fantasmagorico viaggio

IMMAGINE-ORTICOLARINIZIATO IL FANTASMAGORICO VIAGGIO DI ORTICOLARIO

Inaugurata l'undicesima edizione di Orticolario. Buona l'affluenza di pubblico

e grande interesse per l'ospite d'onore Paolo Bürgi.

Proclamato il vincitore del concorso internazionale "Spazi Creativi": l'installazione "Move n' meet", progettata e realizzata da Mirco Colzani

Cernobbio (CO), 4 ottobre 2019 – Orticolario 2019: cancelli aperti al pubblico, spalancati a un nuovo concetto di bellezza e di natura. Inaugurata oggi l'undicesima edizione dell'evento culturale e artistico che, fino a domenica 6 ottobre, anima il parco secolare di Villa Erba, a Cernobbio sul Lago di Como.2019-bacche-rosa-

La buona affluenza di visitatori ha confermato vincente l'idea di dedicare l'edizione al tema del "viaggio", alle bacche e ai piccoli frutti.

La giornata ha avuto inizio con il conferimento del premio "Per un Giardinaggio Evoluto" 2019 a Paolo Bürgi, architetto paesaggista tra i più apprezzati a livello internazionale, che ha ricevuto il premio "Per un Giardinaggio Evoluto" 2019.

"Nel premiare l'architetto Bürgi non possiamo non ricordare che il suo nome ci è stato indicato da Emilio Trabella, paesaggista molto amato, tra i fondatori di Orticolario – commenta Moritz Mantero, presidente di Orticolario – Emilio ci manca moltissimo, ma dieci anni insieme ci hanno permesso di imparare molto: ogni volta che dobbiamo prendere decisioni, ci chiediamo 'cosa farebbe Emilio?'. E la risposta ci arriva puntuale. Conferiamo il premio 'Per un Giardinaggio Evoluto' a Bürgi per la sua idea di 'paesaggio', per lui un termine indefinibile ma collegato al movimento, alla memoria culturale e alla storia privata, in grado di rendere l'esperienza dello spazio unica e irripetibile. Le sue opere cercano un rinascimento contemporaneo in cui la meraviglia e la riscoperta di una consapevolezza profonda sono gli obiettivi primari. Opere che si pongono come un ritorno della capacità di vedere in una società in cui il rapporto con la natura è sempre più di superficie. Per Bürgi l'essenzialità è piena di senso, espressiva e silenziosa, una forma Zen occidentale".

03-ASF-Bus-Garden Leonardo-Il premio è una scultura dell'artista Nicola Salvatore raffigurante una Calla e intitolata "Kalos", parola greca che significa 'bello', da cui deriva il nome stesso del fiore.

"Qui a Orticolario è tutto così straordinario, molte grazie per il riconoscimento e per la meravigliosa ospitalità – dichiara Paolo Bürgi. – La Calla è il fiore preferito di mia moglie Cristina, che mi ha sempre sostenuto e a cui dedico il premio. Emilio è presente, continua a 'collaborare' con noi. Mi ricorderò sempre di quando mi ha detto di aver ascoltato otto suoni diversi dell'acqua in un giardino giapponese: dietro a questa osservazione c'è la sensibilità di chi sa vedere, sa tradurre, sa guardare, sa sentire e trasmettere. Sono due gli aspetti straordinari di Orticolario: gli espositori che, sorridenti, mostrano il risultato del loro lavoro, e le migliaia di visitatori a caccia di piante, che mi ricordano il 'Diario di Oaxaca' di Oliver Sacks".05 PADIGLIONE CENTRALE

Tra i momenti clou della giornata le premiazioni delle installazioni realizzate nel parco, selezionate dalla giuria del concorso internazionale "Spazi Creativi". Ad aggiudicarsi il premio "La Foglia d'Oro del Lago di Como" (ideato e realizzato da Gino Seguso della storica Vetreria Artistica Archimede Seguso di Murano) lo spazio intitolato "Move n' meet", progettato da Mirco Colzani, realizzato in collaborazione con gli allievi della Fondazione Minoprio. Questa la motivazione espressa dalla giuria: "Per la maestria nell'uso dei diversi materiali e nella ricerca delle piante. L'audacia nell'accostamento di piante comuni e insolite in un contesto contemporaneo crea un viaggio nello spazio e nel tempo".

Tra gli "Spazi Creativi", "Time Travel" di Nicoletta Mattezzi si aggiudica i premi "Empatia", "Villa Carlotta", "Villa d'Este" e "AIAPP - Matilde Marazzi" (quest'ultimo ex aequo con "Move n' meet"), mentre a "5" di Mario Mariani sono stati consegnati i premi "Arte", "Gardenia" e "Stampa".

orticolario-per-chOrticolario, giunto all'undicesima edizione, è l'evento culturale dedicato a chi vive la natura come stile di vita. Teatro della manifestazione è il parco storico di Villa Erba a Cernobbio (CO), villa Ottocentesca affacciata sulle sponde del Lago di Como, dimora estiva del regista Luchino Visconti. Essenza di Orticolario: i giardini tematici allestiti nel parco, ispirati al tema dell'anno e selezionati tramite il concorso internazionale "Spazi Creativi". L'edizione 2019 è dedicata a "Bacche e piccoli frutti" che dall'autunno all'inverno colorano il giardino, mentre il tema è il "Viaggio".

L'evento è arricchito da un'ampia offerta di piante rare, insolite e da collezione, artigianato artistico e design, da un fitto calendario di incontri e da numerosi laboratori didattico-creativi per i bambini. Al centro della rassegna, l'arte, capace di andare oltre e di abbattere i confini tra interno ed esterno. Nel corso della tre giorni vengono raccolti contributi da devolvere ad associazioni del territorio lariano impegnate nel sociale. L'edizione 2018, infine, ha coinvolto ben 28.000 visitatori.

ORTICOLARIO 2019

4-6 ottobre 2019 Villa Erba, Cernobbio (CO), sul Lago di Como

Info visitatori: tel. +39 031 3347503, mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Website: www.orticolario.it 

Facebook: http://www.facebook.com/Orticolario 

Twitter: http://twitter.com/Orticolario 

Pinterest: http://www.pinterest.com/orticolario13 

YouTube: Orticolario

Instagram: https://instagram.com/orticolariocomo/ 

LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/orticolario?trk=top_nav_home 

Ultima modifica 04 Ottobre 2019
Valuta questo articolo
(1 Vota)