MetropolNews

17:3610122019

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Attualità Attualità Beatrice Venezi celebre direttore d'orchestra per la prima volta al Teatro Regio di Torino

Beatrice Venezi celebre direttore d'orchestra per la prima volta al Teatro Regio di Torino

venezi 11 1LUNEDÌ 2 DICEMBRE AL TEATRO REGIO IL 35° CONCERTO DI NATALE ORGANIZZATO DAL GRUPPO GIOVANI IMPRENDITORI DELL'UNIONE INDUSTRIALE DI TORINO E DIRETTO DA BEATRICE VENEZI

La prima esibizione del direttore d'orchestra Beatrice Venezi nella capitale sabauda, accompagnata dall'Orchestra Filarmonica di Torino.

Torino, 29 novembre 2019 – Si terrà lunedì 2 dicembre alle ore 21 al Teatro Regio la 35esima edizione del famoso Concerto di Natale organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori dell'Unione Industriale di Torino, diretto quest'anno dal noto e talentuoso direttore d'orchestra Beatrice Venezi, che per la prima volta si esibisce nella capitale sabauda accompagnata dall'Orchestra Filarmonica di Torino.

L'iniziativa nata nel 1984 dalla volontà di Alberto Tazzetti, Presidente del Gruppo Giovani in quegli anni, era volta a sostenere l'orchestra sinfonica della RAI attraverso un calendario di eventi che la potessero supportare finanziariamente. Il più importante tra questi fu appunto il Concerto di Natale, quale omaggio ai cittadini di Torino e a chiunque sul territorio volesse vivere un'esperienza dall'alto valore culturale e coinvolgimento emotivo. Non solo, l'evento rientra nella mission del Gruppo che da sempre, oltre a promuovere "una politica per l'industria" si impegna quotidianamente nella diffusione di valori sociali, etici e industriali, con lo scopo di interpretare gli eventi socio-politici e anticipare i cambiamenti in atto nella società per far crescere e prosperare il territorio.

L'edizione 2019, ha un valore aggiunto grazie alla partecipazione del Maestro Venezi che attraverso il suo vissuto racconta come la dedizione, il talento e la tenacia permettano di concretizzare una grande passione in una professione. Un importante esempio di come i giovani possano rappresentare l'eccellenza dell'imprenditoria italiana. Uno stimolo a migliorarsi costantemente cercando sempre di raggiungere nuovi traguardi.119 E8A6663 HR

"Planare dall'alto, con i cuori leggeri e le dita veloci, è ciò che auguro a tutti noi professionisti della musica e a chiunque fruisca di questa grande bellezza. Affinché la musica classica torni ad essere patrimonio di tutti, e sinonimo di libertà e gioia, l'esatto contrario del cliché impolverato a cui ci hanno abituati". Commenta Beatrice Venezi

La serata sarà inoltre l'occasione per una riflessione su come impresa, territorio e forza lavoro possano agire in sinergia per ottimizzare gli sforzi e massimizzare i risultati. Sarà posto l'accento sull'importanza di mettere a valore i giovani da considerarsi una delle colonne portanti del sistema il cui ruolo è quello di portare la visione del futuro per creare progetti e idee innovative. Verranno inoltre presentati due esempi del grande impegno del Gruppo Giovani Imprenditori: il libro Robusta Taurinorum contenente 23 proposte per lo sviluppo imprenditoriale di Torino e dall'altro un nuovo progetto pilota dal titolo "Impresa elementare" che vedrà 3 terze elementari dell'IC Duca d'Aosta di Torino crescere e giocare con le soft-skills imprenditoriali affinché ciascuno di loro possa un domani essere "Imprenditore di se stesso e della propria vita".

"Attraverso il concerto vogliamo far capire come funzionano le imprese senza bisogno di entrare in fabbrica: un bellissimo esempio di come la vita dell'impresa sia o possa essere una fantastica armonia e lo potremo fare grazie all'Orchestra filarmonica del Teatro Regio di Torino. Un'orchestra in fondo cos'è se non un team di tecnici e artisti, ciascuno con una propria specializzazione, che costituiscono, nelle varie sezioni, delle business unit pronte ad assolvere il proprio compito, chi con archi, fiati, percussioni o anche produzione, marketing, gestione del personale, amministrazione e via così, ciascuno in armonia con le altre business unit". Afferma Alberto Lazzaro, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell'Unione Industriale di Torino

Il brani del concerto

Il pubblico potrà vivere un'esperienza unica ascoltando quattro brani tratti da importanti compositori: W.A.Mozart (Ouverture da Nozze di Figaro), A.Dvorak (Sinfonia Nr.9 "dal nuovo mondo"), G.Rossini (Sinfonia da "La gazza ladra") e J.Strauss (Ouverture da "Il Pipistrello").

La selezione dei 4 brani è stata fatta per trasmettere un preciso messaggio. Si parte dal connubio tra tradizione e innovazione, proprio come nell'Ouverture delle Nozze di Figaro di Mozart, per poi passare al secondo brano, dal nuovo mondo di Dvorak, che è il simbolo della ricerca costante del nuovo e dell'inesplorato che ogni impresa vive ogni giorno, di quel bisogno di internazionalizzazione e di nuove opportunità. Il terzo brano, La Gazza Ladra di Rossini, rappresenta un esempio di come il genio Italiano trovi il suo posto nel mondo. Rossini identifica ogni sognatore e imprenditore italiano che non demorde di fronte alle difficoltà. Infine, l'opera di Strauss, il pipistrello, nasce nel 1974, a un anno esatto dal "venerdì nero", il 9 Maggio del 1973, in cui vi fu il crollo della Borsa di Vienna che mise in ginocchio tutta l'economia nazionale. Venne creata con lo scopo di infondere nuovamente ottimismo nella capitale asburgica.

I proventi della serata inaugurale andarono alla "Fondazione per la Promozione della Piccola Industria" proprio perché l'industria era ed è riconosciuta come l'unica via per una rinascita seria e strutturata di un paese in crisi.

Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

Ultima modifica 01 Dicembre 2019
Valuta questo articolo
(1 Vota)