MetropolNews

21:3603122020

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Attualità Attualità "Impresa...Elementare": Piccoli Imprenditori Crescono

"Impresa...Elementare": Piccoli Imprenditori Crescono

Impresa Elementare 2"IMPRESA... ELEMENTARE!": PICCOLI IMPREDITORI CRESCONO,

AL VIA IL 1° PROGETTO DI FORMAZIONE IN ITALIA

RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLA SCUOLA ELEMENTARE

Dopo il successo del Craft Valley Tour, il Gruppo Giovani Imprenditori dell'Unione Industriale di Torino lancia un nuovo progetto per far sviluppare nei bambini dai 6 agli 11 anni quelle competenze che si riveleranno utili e necessarie in futuro nel mondo del lavoro. Il programma prevede 24 "game". Si parte il 19 dicembre nella scuola Italo Calvino di Torino, città test d'Italia

Torino, 19 dicembre 2019 – Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di presentazione del progetto pilota "Impresa... Elementare!", ideato e organizzato per la prima volta in Italia dal Gruppo Giovani Imprenditori dell'Unione Industriale di Torino in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, con il patrocinio del Comune di Torino e con il supporto tecnico di 5 aziende partner, CoderDojoUpTo, Ferrino, I.E.F. Leonardo, Quercetti e Reynaldi, per accrescere nei bambini delle scuole elementari, attraverso attività ludiche e di ragionamento, alcuni concetti basilari e capacità imprenditoriali che si riveleranno utili e necessari nella loro vita, in particolare quella professionale.

Il programma prevede 24 lezioni, denominate "game", che si terranno durante l'anno scolastico 2019-2020. Il 1° game è iniziato oggi con gli alunni della scuola elementare Italo Calvino di via Zumaglia 41 - Istituto Comprensivo Duca d'Aosta di Torino, città test d'Italia. Alla chiusura del progetto pilota, se l'esito nel suo complesso sarà positivo, verrà lanciata una call per l'adesione negli anni a venire di altri plessi scolastici. Il calendario dei game verrà concordato dal Gruppo Giovani Imprenditori insieme con il Dirigente dell'Istituto, che non dovrà sostenere alcun costo per la partecipazione.

"Fermo restando che le competenze specifiche che marcano il confine tra una professione e l'altra si apprendono durante un intero percorso di studi che includono gli anni delle scuole superiori, dell'università e degli eventuali master di specializzazione, con questo progetto, che prende a modello alcuni Paesi del nord Europa e città come Londra e Stoccolma, intendiamo sperimentare se sia possibile sviluppare già nei bambini delle elementari attitudini e competenze come il problem solving, la negoziazione, la creatività, il pensiero laterale, lo spirito d'iniziativa e la capacità decisionale, l'intelligenza emotiva, la collaborazione e il lavoro in team, oltre ad altre soft skills che nel moderno mondo del lavoro segnano la vera differenza tra un individuo e l'altro. Il tutto attraverso attività ludiche da svolgere in classe volte a stimolare la loro creatività e a far germogliare attitudini alla gestione finanziaria di base, come per esempio comprendere il denaro, il suo uso e funzionamento, o ancora l'insegnamento di tematiche di educazione civica".Impresa Elementare

Alberto Lazzaro, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell'Unione Industriale di Torino.

"I bambini sono il futuro di ogni società e come tali devono essere considerati la colonna portante di ogni Paese, quindi un progetto come questo non può che rafforzare e rendere migliore il futuro per le nuove generazioni. Se Impresa... Elementare! porterà risultati misurabili e confortanti, che noi tutti auspichiamo, potrebbe diventare un modello da esportare in tutta Italia".

Fabrizio Manca, Direttore Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte

"La collaborazione che prende il via oggi concretizza un modello educativo particolarmente innovativo che ha tutti i presupposti per diventare una colonna portante del nostro istituto. Il progetto rafforza e completa la nostra azione didattica e di sensibilizzazione sulle skills trasversali e sui temi dell'imprenditorialità, tradotti naturalmente con un linguaggio adatto ai bambini. Un sincero grazie quindi ai Giovani Imprenditori dell'Unione Industriale di Torino per essersi messi al servizio dei giovanissimi".

Serenella Cuiuli, Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Duca D'Aosta di Torino

Il progetto "Impresa... Elementare!", che segue negli ideali di formazione all'imprenditorialità l'iniziativa di successo del Craft Valley Tour 2019, si declinerà su 3 tipologie di azioni:

1. Sviluppo di competenze "soft", con attività condotte da membri del Gruppo Giovani Imprenditori di Torino insieme con altri partner che sottoporranno ai bambini sfide, giochi e workshop atti a sviluppare alcune soft skills, come: creatività (con la creazione di un nuovo gioco da giochi esistenti), negoziazione, gestione delle risorse ambientali, gestione degli spazi (per esempio: ipotesi di rinnovo dei locali con i colori), lavoro in team (puzzle collaborativo), coding tecnologico (creazione di programmi informatici e basi di robotica).

2. Sviluppo di una maggiore sensibilità ai temi ambientali, con attività specifiche volte a responsabilizzare i piccoli attori in questo delicato ambito, per modificare le cattive abitudini e diminuire di conseguenza lo spreco di tutte le risorse preziose che ci offre il pianeta e che non sono riproducibili. Alcuni esempi di buone pratiche in tal senso sono l'installazione di erogatori fissi nei bagni, la fornitura di saponi biologici per l'intera scuola, la consegna a ciascun bambino di una borraccia in alluminio (materiale riciclabile al 100%) da utilizzare al posto di bicchieri o contenitori di plastica monouso.

3. Miglioramento e riqualificazione di alcuni specifici ambiti di edilizia scolastica, con attività volte alla creazione di spazi ad-hoc per i bambini in cui poter fruire e vivere meglio le proprie esperienze scolastiche. Un esempio può essere la tinteggiatura di una scala esterna o di un locale dell'istituto.

Ognuna di queste attività vuole rappresentare proprio ciò che un buon imprenditore fa quotidianamente nella propria azienda, puntando al perfezionamento continuo delle sue competenze e di quelle dei suoi collaboratori e al miglioramento degli ambienti interni condivisi dai dipendenti.

Per lo svolgimento di queste attività risulta fondamentale il supporto tecnico delle aziende partner del progetto: CoderDojoUpTo, club gratuito, aperto e indipendente il cui obiettivo è l'insegnamento della programmazione informatica ai più piccoli, spiegherà ai bambini come utilizzare la piattaforma Scratch, un ambiente di programmazione disponibile gratuitamente online, per sviluppare in loro il pensiero logico e la creatività; Ferrino, azienda specializzata in accessori sportivi per l'outdoor, donerà a ogni alunno della scuola una borraccia in alluminio con muta termica; I.E.F. Leonardo, azienda che fornisce servizi completi per impianti tecnologici, edilizia e progettazione per stabilimenti, centri e aree commerciali, enti pubblici e privati, contribuirà a riqualificare alcuni spazi della scuola per renderli ancora più fruibili dai bambini per lo svolgimento delle più svariate attività ludiche e formative; Quercetti, azienda italiana che produce giocattoli da più di 68 anni, fornirà i giochi creativi per i bimbi (tavolette, chiodini, ecc..); Reynaldi, azienda specializzata nella produzione conto terzi di un'ampia gamma di prodotti cosmetici, per la pelle e i capelli, profumi e cosmoceutici, fornirà alla scuola sapone liquido naturale e i relativi erogatori.

Ultima modifica 20 Dicembre 2019
Valuta questo articolo
(1 Vota)