"Les Eaux" novità di Serge Lutens

Post by: 03 Aprile 2013

l-occitaneLa bestia ossessionata dal fetore degli armadietti colmi di veleni, dalle alchimie criminali, dai profumi che evocano l’odore della carne e dalle grida dei bambini non si accontenta più di molestare i poveri mortali con le sue messe nere! Improvvisamente, sotto altri cieli, quella creatura empia e scellerata va alla ricerca della freschezza: la freschezza di un ferro caldo che scorre avanti e indietro sul bucato fresco del ricordo. Ma questa sola freschezza non gli basta. Eretico! Mentre il tempo passa e la temperatura continua a scendere, un grado dopo l’altro, pensa a quei

vecchi modi di dire: “ho scherzato col fuoco”, “mi ha fatto venire i brividi”.   -   Serge Lutens

L’Eau Serge Lutens Cosa resta dopo l’oblio? Dita immerse in una conca, gocce d’acqua schizserge-lutens-zate sul bucato come una benedizione impartita a una folla, il vapore che sale dal cotone mentre il ferro stira le pieghe. È l’odore del vapore a esaltare la sensazione di freschezza. Il bouquet resta un segreto ma evoca il profumo del pulito, della biancheria stesa al sole, di una camicia appena stirata. La sensazione rinfrescante è data dalle note agrumate che si svelano solo a contatto con la pelle. Disponibile in 2 versioni: 50ml – 73 € 100ml – 106 €

L’Eau Froide Un seme, deposto su un terreno arido da un vento capriccioso. Resistendo al caldo opprimente, quel seme è diventato un albero, la Boswellia Sacra. Quando incidiamo la sua corteccia sgorgano lacrime d’incenso, fresche e trasparenti come vetro. Questa è la sua essenza. Glaciale. Dopo lo shock iniziale del freddo che risveglia la pelle, L’Eau Froide si fonde con l’aria, avvolgendo chi la indossa come una veste fluente, in grado di proteggere il corpo dalle impurità. Disponibile in 2 versioni: 50ml – 73 € 100ml – 106 €

Valuta questo articolo
(0 Voti)
Vai Su