MetropolNews

01:3216012021

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Enogastronomia
24 Oct 2012
by Redazione - 
Pubblicato in Enogastronomia

farine-molino-quagliaDopo il successo avvenuto a Cheese 2011, anche al Salone del Gusto di Torino (25/29 ottobre) ci sarà la piazza della pizza.
Farina ufficiale dell'iniziativa organizzata da Slow Food sarà quella del Molino Quaglia. Per i cinque giorni dell'evento enogastronomico più importante dell'anno, le farine del Molino Quaglia saranno le indiscusse protagoniste di tutto quello che verrà sfornato all'interno della nuova area situata nel corridoio tra il Padiglione 3 del Lingotto e l'Oval.

Petra®, la farina da grani teneri 100% italiani macinati a pietra, sarà utilizzata da 10 pizzaioli di Università della Pizza® (Massimo Gatti, Renato Bosco, Lello Ravagnan, Fabrizio Pasinelli, Claudia Tosello, Carmine Nasti, Emiliano Aureli, Paolo Pannacci, Gainfranco Iervolino, Graziano Monogrammi) per dare dimostrazione di gusto e di ricchezza nutrizionale in una serie di prodotti che disegnano, assieme ai presidi Slow Food, la ricerca di nuove forme espressive della pizza in chiave contemporanea.

21 Oct 2012
by Redazione - 
Pubblicato in Enogastronomia

ALMA ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, il cui rettore è Gualtiero Marchesi, ha inaugurato nella sua bellissima sede della Reggia di Colorno ( Parma) il nuovo anno accademico. Un’offerta didattica rinnovata, con l’ampliamento del Corso Superiore di Cucina e l’avvio del Corso Tecniche di Base di Pasticceria; il lancio del portale ALMAlink; nuovi spazi didattici. Sono le principali novità della stagione formativa 2012/13 della Scuola Internazionale di Cucina Italiana. Da record i numeri, con gli iscritti ai soli Corsi Superiori che sfiorano le 1.000 unità.
Con l’apertura dell’Anno Accademico 2012/13, ALMA - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana (www.alma.scuolacucina.it) si avvicina all’inizio del suo decimo anno di vita. In questi 10 anni la Scuola è cresciuta fino a diventare il più autorevole centro di formazione della Cucina Italiana a livello internazionale. Dal 2004 ad oggi la Scuola è cresciuta sia nel numero di programmi, sia nel numero di studenti. Ai corsi di cucina si sono

14 Oct 2012
by Redazione - 
Pubblicato in Enogastronomia

salonegustoLa grande sfida delle città del futuro sarà la pianificazione di un nuovo assetto di infrastrutture e servizi in grado di creare una filiera agroalimentare funzionale rispetto alle esigenze di innovazione e sostenibilità delle aree metropolitane. In questa direzione è orientato il progetto Nutrire Milano, promosso da Slow Food Italia, dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e dal Dipartimento INDACO del Politecnico di Milano. Pensato anche in prospettiva Expo2015, ha l’obiettivo di rendere il capoluogo lombardo e il Parco Agricolo Sud di Milano un modello virtuoso relativamente alla produzione agricola, alla trasformazione alimentare e alla distribuzione. All’interno del Salone del Gusto e Terra Madre (Torino, Lingotto Fiere e Oval, dal 25 al 29 ottobre 2012), il tema dell’agricoltura metropolitana sarà uno dei focus della regione Lombardia.
Proprio di questi temi si discuterà nella Conferenza di giovedì 25 Nutrire la città è facile (ore 18, Sala Rossa). Partecipano: Maurizio Mariani, presidente Risteco, Anna Meroni, Politecnico di Milano, Roberta Sonnino, Università di Cardiff (UK), Jean-Pierre Williot, direttore del gruppo Alimentation, Università Rabelais di Tours (Francia), Najib Mikou, presidente di Maroc Taswiq (Marocco), Rachel Mamane, Slow Food New York City (USA), e Alberto Arossa, Slow Food Italia.
I Presìdi Slow Food lombardi

14 Oct 2012
by Redazione - 
Pubblicato in Enogastronomia

cuochi 1Da alcuni decenni il valore della cucina italiana ha iniziato a intaccare il primato della cucina francese, nota in passato come la migliore del mondo; questo è accaduto da quando negli USA è stata scoperta -la dieta mediterranea-, e l’interesse verso la nostra cultura alimentare ha superato quello riservato alla cugina d’Oltralpe. Il merito non ci è stato attribuito solo per i sapori eccellenti e la gioia per la vita che il cibo italiano sa trasmettere, ma anche per le qualità nutrizionali dei nostri piatti, utili per mantenere l’organismo in ottima forma.
L’arte di cucinare è sempre stata affidata soprattutto ai cuochi che operavano presso le nobili famiglie e nei ristoranti un tempo poco diffusi, cui accedevano soltanto personaggi di alto lignaggio o di ragguardevoli possibilità economiche.
Fin dal 1504 era nata a Firenze un’Associazione che aspirava a dare forma giuridica ai cuochi;

07 Oct 2012
by Redazione - 
Pubblicato in Enogastronomia

tartufoDal 6 ottobre al 18 novembre torna protagonista ad Alba la prestigiosa kermesse dedicata al “Tuber magnatum Pico”. Tema centrale di questa edizione sarà il legame fra il tartufo bianco d’Alba e il mondo del cinema. Da Rita Hayworth a Marilyn Monroe, da Alfred Hitchcock a Sophia Loren: le più celebri stelle della storia del cinema sono state contagiate dalla passione per questo inimitabile fungo. Tra le novità di quest’anno la mostra intitolata “Cinema & Tartufo” che racconterà, per la prima volta, le più significative apparizioni del tartufo sul grande schermo.

I divi del cinema e il tartufo bianco d’Alba. Una lunga storia d’amore iniziata nel lontano 1949, quando, su invito di un facoltoso avvocato torinese infatuato di Rita Hayworth, il ristoratore albese Giacomo Morra - ideatore della Fiera del tartufo bianco d’Alba – fece recapitare all’attrice statunitense un magnifico tartufo di 2 kg.

Pagina 76 di 77