MetropolNews

20:1418072019

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Spettacoli Sergio Cielo, l'uomo dei sogni

Sergio Cielo, l'uomo dei sogni In evidenza

FOTO sergio cieloSergio Cielo è il presidente della società “Cielo Venezia 1270”,  una delle più importanti aziende  orafe italiane,  impegnata a diffondere  nel mondo il Made in Italy della nostra gioielleria. Sergio Cielo  ultimo di otto fratelli , ha voluto esprimere la propria  creatività cimentandosi in questo affascinante settore con una sua visione originale e poetica della gioielleria ovvero portare felicità attraverso il gioiello , la sua azienda è sponsor del Concorso Miss Italia per il quale ha realizzato nel corso degli anni numerose ed uniche corone  ricche di diamanti ed altre pietre preziose  per incoronare la vincitrice.

 


 

Ci  parli di quella che lei definisce Mission


“Ho iniziato il mio rapporto con Miss Italia nel 1997 abbiamo scelto questo concorso perché la nostra “mission” è quella di portare felicità alle donne del  mondo grazie ai gioielli che aumentano la bellezza e l’eleganza della donna rafforzando  l’amore per se stessa,  questo nostro pensiero è in perfetta sintonia con il Concorso di Miss Italia che raggruppa le donne più belle d’Italia e del mondo in un’esperienza unica e meravigliosa, prima della nostra sponsorizzazione la corona di Miss Italia non era autentica, nel ’98 abbiamo realizzato la prima vera corona di pietre preziose per aumentare la bellezza e l’eleganza della vincitrice, questo nostro sodalizio con il concorso è in sintonia con la nostra “mission” quindi destinato a durare nel tempo”.

Com’è nato il marchio Miluna, ovvero il gioiello dell’amore?

“Il marchio è nato nel 1996 ed ha alle spalle una storia bellissima, il nome ha origine  quattro secoli fa, nel 1619 , la leggenda narra che  Caleri di Creta , un nobiluomo che viveva a Venezia, in una notte di luna piena incontrò in gondola la più bella donna del tempo  chiamandola  “mi luna” , alcuni maligni insinuarono che il nobile si era scordato il vero nome della donna  chiamandola poeticamente  “mia luna”, in quell’epoca nel ghetto ebreo di Venezia fu  inventato il diamante brillante 56 facce più una e il nostro nobile Caleri di Creta notò  questa particolarità del diamante brillante e  lo regalò all’amata  chiamandolo MILUNA, un grande atto d’amore, quindi MILUNA per noi è il gioiello dell’amore e della felicità”.

Quante corone avete realizzato per Miss Italia?

“ Abbiamo realizzato 9 differenti corone, nel 2011  abbiamo celebrato il 150° anniversario dell’Unità d’Italia con una splendida creazione , la corona “Turrita” posata sul capo della  bellissima vincitrice  Stefania Bivone  che ha conquistato il titolo nel 2011 a Montecatini Terme”.

Quali sono le caratteristiche della  corona che Sergio Cielo ha creato per l’edizione 2012 del concorso Miss Italia nel Mondo

 
“E’ una corona con molte volute che partono grandi per diventare più piccole e rappresentano  tutti i paesi del mondo dai quali provengono le ragazze finaliste del concorso , le tre volute centrali formano un cuore e rappresentano l’Italia con i tre colori della bandiera  il verde il bianco il rosso ogni colore secondo la mitologia greca rappresenta momenti d’amore , il verde è Filia amore per la famiglia e l’amicizia, il bianco è Agape amore incondizionato per gli animali vegetali e umani, il rosso è Eros l’amore passionale quindi ribadisco che Miluna è il gioiello dell’amore”.

Dove sono visibili le corone di Miss Italia che avete creato negli anni ?

“Sono  esposte nelle  nostre gioiellerie in occasione di eventi  promozionali nei nostri 2000 strore i in Italia,  occorre tempo per coprirli tutti, siamo anche presenti in 25 paesi del mondo e ci auguriamo di aumentare la nostra presenza internazionale grazie anche alla visibilità che ci offre Miss Italia e Miss Italia nel Mondo”

Com’è nata la vostra azienda “Cielo Venezia 1270?

 “Nel 1954 mio padre ha avviato una ricerca sulla nostra famiglia e ha scoperto che, intorno al 1270, Cielo d’Alcamo, colui che viene convenzionalmente riconosciuto come uno dei primi poeti della nostra letteratura, grazie ai celebri versi “Rosa Fresca Aulentissima”, nel suo vagare di corte in corte incontrò Marco Polo in partenza per il  suo primo viaggio in Cina. Affascinato da  alcune pietre preziose che il padre di Marco aveva portato con sé rientrando dal misterioso Oriente, le acquistò Attraverso Cielo D’Alcamo le pietre arrivarono alle belle dame della corte di Federico II, che se ne innamorano e iniziano ad adornarsene. Nacquero così i primi gioielli in un certo senso “firmati” Cielo. Da qui il nome dell’azienda Cielo Venezia 1270, che raggruppa molti marchi creando una famiglia. Ogni brand ha un nome e un cognome, come le famiglie e gli esseri umani. “Cielo” accomuna i marchi come se fosse un cognome,  in futuro, forse altri copieranno la nostra idea”

.
La storia del vostro marchio è la storia di una famiglia molto unita.

“Io credo fermamente nella famiglia che è la più importante società del mondo da qui nascono le tre caratteristiche vincenti dell’uomo deve essere professionista avere una mente positiva deve amare quello che fa e amare le persone che lo circondano tutto questo nasce in seno alla famiglia che è la   base della società , quindi la famiglia è la forza degli italiani, anche Miss Italia ai miei occhi è una grande famiglia partita da un’intuizione di Enzo Mirigliani che ne fu l’ideatore, migrato dalla Calabria in cerca di fortuna, in meridione il senso della famiglia è molto sentito anche per questo motivo sono legato al concorso che da oltre 70 anni  unisce  nord e sud  e la figlia Patrizia Mirigliani prosegue in modo meraviglioso questa “mission”.

 
Ogni vostra collezione è un successo, oltre a Miluna quali sono gli altri marchi di Cielo Venezia 1270 ?

"Numerosi e diversificati sono i nostri marchi , per offrire al cliente modelli adatti per ogni  ogni occasione e personalità.  Nel 1996 oltre a Miluna ha visto la luce anche il marchio Kiara per una donna più creativa e dinamica, Arkano una linea di preziosi dedicati all’uomo  Yukey , gioielli unisex in acciaio e di grande personalità e Miss Fashion , sogno e  fascino, per ogni età. Nel ’90 è nato il primo marchio  dell’azienda Cielo Venezia 1270 , Nimei , dedicato alle perle, creato dopo una mia esperienza in Giappone , patria della perla coltivata, Nimei  che significa unione di due persone  è l’unico marchio al mondo che quota le perle, anche in Italia il primo lunedì del mese i quotidiani finanziari riportano le quotazioni delle perle Nimei , delle perle Australia, Thaiti , Akoia Giapponesi e delle Perle d’Oriente".

     
Quali caratteristiche fondamentali deve avere un gioiello?

 
 "Se una donna vuole essere elegante è sufficiente il classico e intramontabile “filo di perle”, invece per aumentare la bellezza e la seduzione deve indossare dei diamanti , più eleganza più bellezza più amore per se stessa due concetti fondamentali della linea Miluna  quando una donna sta bene con se stessa ama giocare e divertirsi , con questa filosofia Miluna ha prodotto un gioiello che la donna può crearsi da sola , si parte da una catenina sulla quale si posizionano a piacimento varie gioie , quest’anno le 21 finaliste regionali di Miss Italia si sono cimentate in questa composizione ottenendo un gioiello dalla storia unica , tutte le nostre creazioni hanno una storia e una poesia, poesie  tratte dalle 50 lettere d’amore di mio padre del 1931 dalle quali abbiamo estrapolato dei paragrafi abbinandoli alle nostre collezioni”.

   
Vuole dedicare una di queste poesie alle nostre lettrici ?

 
"Certamente, le leggo una breve lettera scritta da mio padre nel 1931 , “Cara Olga, lascia che con tutta la forza  dell’animo mio ti gridi piangendo, ti amo. Ti amo di quell’amore tempratosi all’ombra del mio cuore . Ti amo perché ti ho pensata e sognata mille volte mia. Ti amo perché sento il bisogno di vivere per te sola”. Questa poesia l’abbiamo legata ai gioielli del  fidanzamento".

.
Il settore orafo come affronta questo momento di crisi che sta attraversando il Nostro Paese?

 
"Il nostro settore è in crisi e soprattutto le gioiellerie il prezzo dell’oro e dei diamanti è molto alto, le vendite rallentano,dobbiamo combattere questo periodo creando dei gioielli che piacciono ma a prezzi contenuti , i momenti celebrativi come il matrimonio il battesimo un’anniversario necessitano di gioielli importanti   ma se vuoi regalarti un gioiello per altre occasioni non è necessario che  sia in  oro o di diamanti , si possono costruire con  materiali alternativi, gioielli semplici ma piacevoli  che aumentino la tua bellezza e la tua eleganza , quindi la via dell’oreficeria va su questa strada, dobbiamo abituarci al cambiamento”.

.
 Qual è la visione del lusso di Sergio Cielo?

“In gioielleria c’è una grande visione del lusso, aiuta le persone a sentirsi  bene,  aumenta l’autostima e  ci rende felici  ma non deve essere correlato al prezzo.  noi abbiamo un marchio in azienda che segue questa linea, è il marchio di Mattia Cielo ,mio figlio, che crea dei gioielli con materiali più preziosi, diamanti, oro 18 carati , crea dei gioielli unici, tecnologici ad alto contenuto di design, anelli e bracciali in diamanti che hanno la capacità di adattarsi perfettamente alla fisicità di chi li indossa,  il futuro è già iniziato”. 

   
Quali competenze deve possedere un giovane che vuole avvicinarsi al vostro lavoro?

 
“La  caratteristica principale di un giovane  che vuole avvicinarsi al mondo della gioielleria e dell’imprenditoria  è : l’impegno per ogni situazione che si decide di intraprendere e il coraggio di correre dei rischi, di sperimentare, non bisogna mai sentirsi “arrivati”, ma al contrario è necessario avere in ogni momento la capacità di innovarsi continuamente. Se un ragazzo o una figura professionale vuole entrare in contatto con la nostra azienda può scrivere all’indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. specificando l’area di interesse . Personalmente nella mia azienda ho introdotto, e continuo a introdurre, innovazioni , ad esempio : l’esposizione del gioiello in vetrina nel suo packaging come se fosse il protagonista di un palcoscenico; l’introduzione della quotazione ufficiale delle perle; lo studio di tecniche innovative di produzione,  l’importante è creare un filo diretto con il consumatore per cogliere suggerimenti e critiche  trasformandole  in idee positive”.

                                                                                                                                                                                                                                         Testo di BRUNO MUSSO

Ultima modifica 19 Settembre 2012
Valuta questo articolo
(0 Voti)