MetropolNews

18:0427112020

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Spettacoli Diletta Innocenti Fagni, una miss In Gambissima

Diletta Innocenti Fagni, una miss In Gambissima

foto miss-in-gambissima-diletta innocenti fagniDiletta Innocenti Fagni , vincitrice del  titolo di Miss In Gambissima Luciano Barachini 2012 ha 24 anni, , occhi e capelli castani che incorniciano l’ovale del viso come una “Madonna fiorentina”, una bellezza semplice ed elegante , gambe lunghe e affusolate che portano la sua altezza a 1,76 m, nata a Firenze,  vuole laurearsi in  Strategie per la Comunicazione Pubblica e Privata per raggiungere  l’obiettivo di diventare una giornalista.

Sei soddisfatta del titolo che hai conquistato?

“Sono molto contenta, tutto è iniziato come un gioco, mi sono iscritta  poi ho vinto le selezioni regionali, .ho conquistato alcune fasce e sono approdata alle finali di Montecatini Terme, già un traguardo che credevo irraggiungibile , poi è arrivata questa fascia nazionale, mi sentivo su un altro pianeta, tutto andava oltre al traguardo che nel ”gioco” mi ero prefissata”.
 
Desideravi la corona e il titolo di Miss Italia ?

“Certamente, entrando nel gioco si cerca di vincere  tutto il possibile, in ogni caso sono molto contenta del risultato  ottenuto partecipando a Miss Italia , ho 24 anni, le  concorrenti erano quasi tutte più giovani di me , tranne le toscane che avevano un’età anche superiore alla mia, quindi credevo di avere poche possibilità di conquistare  una fascia”.

Giusy Buscemi, Miss Italia 2012 era tra le tue miss preferite?

“Era la mia compagna di stanza, ho avuto modo di conoscerla bene prima della sua vittoria finale, molto simpatica, carina , tifavo per lei, ha avuto molte preferenze  ma parte dei giurati tifavano per la seconda classificata.”

Nella serata finale il pubblico ha contestato il meccanismo del telefoto, cosa ne pensi?

“Sicuramente il televoto al 50% favorisce maggiormente le aspiranti miss provenienti dalle regioni del sud  votate con molto entusiasmo dai loro concittadini , a differenza del centro-nord dove si riscontra meno partecipazione popolare, finchè il televoto era ad 1/3 , in gara c’erano anche molte ragazze del centro-nord”.
 
Il titolo che hai conquistato, ovvero Miss In Gambissima Luciano Barachini è l’unica fascia che offre in concreto una grande opportunità di lavoro

“E’ una fascia importante, sono molto grata a Marco Barachini che ha scelto me tra le 101 finaliste offrendomi la possibilità di svolgere un lavoro per il quale mi sento portata, non solo testimonial in mostre, fiere e negozi, sono laureata in comunicazione e vorrei intraprendere  la strada del giornalismo, grazie a questa fascia collaborerò con il settimanale “Visto” dove terrò una rubrica di moda inoltre avrò la possibilità di effettuare uno stage in azienda e di usufruire di una borsa di studio per terminare il mio corso universitario, in questo modo potrò accrescere la mia formazione professionale.”
 
Prima della tua partecipazione al concorso di Miss Italia conoscevi le calzature di Luciano Barachini?

“Si le conoscevo, le avevo viste ai piedi di molte cantanti partecipanti al Festival di Sanremo e di altri personaggi del mondo dello spettacolo e dello show business ma purtroppo non erano ai miei piedi, ora posso recuperare il tempo perduto indossando i vari modelli  in ogni momento della giornata suscitando interesse ed invidia tra le mie amiche”.
 
Quando parli delle scarpe Luciano Barachini sei entusiasta , perché?

Perché sono uniche ed inimitabili, in modo particolare la nuova linea delle snikers presentata con successo al MICAM, Salone Internazionale della Calzatura di Milano, adatte alla ragazza sportiva ma con un tocco di classe, belle , comode e confortevoli, realizzate in  molteplici fantasie di pellame o tessuto,  vasta la gamma di colori sempre dall’aspetto “vissuto”, molto trendy, adatte ad ogni momento della giornata,  io amo indossare le snikers al mattino, con un look informale o sportivo, per andare al lavoro in azienda o ad una conferenza stampa,  al pomeriggio o alla sera, quando l’occasione lo richiede, indosso lo splendido sandalo  gioiello che impreziosisce il piede di ogni donna “.

Sei nata e vivi in una regione, la Toscana,  dove  “il bello“ si respira, qual è la tua visione della bellezza?

“Sicuramente la bellezza aiuta nei rapporti interpersonali, nel lavoro, ma non è tutto ,oltre ad un bell’involucro devi avere anche un cervello, non solo esteriorità ma anche contenuti”.
 
Quale ruolo ha avuto la  famiglia nella tua formazione?

Mi sono sempre stati vicini e mi hanno sostenuta e consigliata in tutte le mie scelte spero di non deludere le loro aspettative, per quanto riguarda l’iscrizione al concorso di Miss Italia la mamma non era molto favorevole, a differenza del babbo che mi incoraggiava a proseguire , attualmente sta convincendo anche mia sorella minore ad iscriversi al concorso, ora sono molto contenti del risultato che ho ottenuto, mi supportano e mi sopportano contemporaneamente”.

Credi nell’amore, sei romantica o passionale?

“Credo nell’amore che è “il sale della vita”, attualmente non sono fidanzata , dopo una storia  durata alcuni anni ora vivo bene da single , l’amore in cui credo è un mix tra il romantico e il passionale a seconda delle circostanze”.

Che cosa rappresenta per te il viaggio?

“Un momento di evasione ma anche di scoperta, nella nostra penisola abbiamo tante bellezze, luoghi e culture differenti , adoro viaggiare in Italia da nord a sud,  mi ha sempre affascinato tutto ciò che è bello e in questo nostro paese abbiamo molto da vedere e scoprire”.

Sogni?

“Sogno di realizzarmi come donna, nella professione e  in futuro come madre”.
 
Pratichi sport?

“Per molti anni ho praticato danza moderna e spero di ricominciare, un’altra mia passione  è il tennis che pratico a livello amatoriale”,

Che musica ascolti?

“Amo i “Coldplay”, sono il mio gruppo preferito, a maggio sono andata a Nizza per assistere ad un loro concerto è stato molto emozionante”
.
Come hai vissuto i venti giorni trascorsi a Montecatini Terme insieme alle 101 ragazze aspiranti al titolo finale?.

“Ci svegliavamo molto presto al mattino, un tour de force notevole,  ma è stata una bellissima esperienza che rifarei nuovamente, ho avuto modo di conoscere molte ragazze ovviamente tra noi c’è stata una sana competizione, nonostante ciò ho instaurato molte amicizie, non  dobbiamo dimenticarci che è un gioco e come tale va vissuto”.

Vorresti modificare in qualche punto il regolamento del concorso?

“Penso di no , modificherei solo parzialmente il meccanismo del telefoto riducendolo ad 1/3”
.
Progetti nel mondo dello spettacolo?

“Mi piacerebbe la conduzione di una rubrica televisiva per rimanere sempre nell’ambito del giornalismo, un’altra mia aspirazione è quella di fare l’attrice drammatica, ho studiato recitazione, e sono disposta a mettermi in gioco”.

La conquista di questo titolo nazionale ti ha  cambiato la vita?

“Certamente si, sono cambiati i ritmi della mia quotidianità, la mia agenda è colma di impegni professionali che temporaneamente mi allontanano dai miei affetti più cari,  in ogni caso cerco di continuare le mie amicizie grazie ai social network che ti permettono di restare sempre in contatto con tutti”.
 
A livello lavorativo quali obiettivi ti prefiggi di raggiungere?

“Voglio terminare l’universitari grazie alla borsa di studio fornita dall’azienda Luciano Barachini conciliando gli impegni scolastici con quelli lavorativi, spero che questa mia esperienza  rappresenti  l’inizio di un nuovo e luminoso percorso professionale”.
 
                                                                                       Testo di BRUNO MUSSO 

Valuta questo articolo
(0 Voti)