MetropolNews

03:1919042019

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Turismo Offerte La Thuile, sport e natura ai massimi livelli

La Thuile, sport e natura ai massimi livelli

psbernardo 3 invNeve, tanta neve che unisce Italia e Francia, una natura incontaminata e selvaggia, un paese fiero delle sue
tradizioni, a La Thuile è possibile ritrovare se stessi nell’adrenalina dello sport o nel relax del silenzio.
Suddivisa in piccole raccolte frazioni e solcata dalla Dora del Rutor e dalla Dora di Verney, La Thuile si trova
a un’altitudine di 1.441 metri, in Valdigne, nella parte più occidentale della Valle d’Aosta. La Francia è a
pochi kilometri, al di là del Colle del Piccolo San Bernardo, un fondamentale luogo di transito tra le
montagne che è stato spettatore del passaggio di numerose civiltà e culture fin dall’epoca preceltica. Il
borgo di La Thuile, invece, risale alla conquista romana, quando la strada consolare delle Gallie percorreva
interamente il territorio valdostano e, attraverso l’Alpis Graia, arrivava nelle zone di frontiera

.
L’architettura delle abitazioni è quella tipica dei villaggi di montagna, realizzata con pietra e legno, con i
tetti ricoperti dalle tipiche “lose”, lastroni di pietra che si possono trovare solo in Valle d’Aosta o nella vicina
Tarentaise.
Due giganti delle Alpi svettano sulla valle di La Thuile: il massiccio del Rutor (3.846 m) e il Monte Bianco. Dal
paese è possibile ammirare il ghiacciaio del Rutor che, nonostante da qualche decennio sia in fase di
progressivo ritiro, misura 9 km2 ed è diviso in due dallo sperone roccioso delle Vedettes. La catena del
Monte Bianco, invece, rivela appieno il fascino delle sue cime dalla prospettiva del Petosan, frazione sulla
strada del Colle San Carlo, e da quella, in quota, di Les Suches.
Ospitalità, buona tavola, un comprensorio internazionale e tante attività oltre lo sci, La Thuile risponde alle
esigenze di sportivi e cultori del relax, un luogo dove la neve soggiorna per cinque mesi all’anno e
l’accoglienza turistica è pensata nel rispetto delle tradizioni e dell’ambiente; un territorio che grazie alla sua
autenticità e alla sua naturale bellezza consente di stringere un rapporto speciale con la montagna; una
dimensione in cui è possibile rigenerarsi e ritrovare il proprio ritmo, una “Come Alive Zone”.
Lo start up della stagione invernale 2012/2013, che coincide con l’apertura degli impianti sciistici, è fissato
per il 1° dicembre. Nel tardo pomeriggio di sabato 8 dicembre ristoratori, albergatori, commercianti e
artigiani di La Thuile daranno il loro benvenuto ai turisti con la grande festa En Amitiè Hiver.

Ben collegata alle grandi città, La Thuile dista in auto meno di un’ora da Chamonix (Francia), un’ora e mezza
da Ginevra (Svizzera) attraverso il Tunnel del Monte Bianco e, grazie all’ottima rete autostradale che
attraversa la Valle d’Aosta, è a un’ora e quaranta minuti da Torino, due da Milano e tre da Genova. Da
giugno a ottobre, attraverso la statale n.26, si arriva a La Thuile direttamente dalla Savoia, transitando dal
Colle del Piccolo San Bernardo. Nei restanti mesi il passo rimane chiuso al traffico e durante l’inverno l’area
viene utilizzata per la pratica dello sci.
Con il treno e con gli autobus è possibile arrivare fino a Pré-Saint-Didier, dove la coincidenza con un
pullman di linea consente di raggiungere La Thuile.
Gli aeroporti più vicini sono quelli di Torino Caselle, Milano Malpensa, Genova, Ginevra e quello di Aosta.
È possibile prenotare il transfert “da e per” gli aeroporti consultando il sito www.lathuile.it.

La Thuile permette di vivere la dimensione della neve a tutto tondo, per provare emozioni uniche che
rimangono scolpite nel cuore e nella mente. A piedi o con le ciaspole, con gli sci larghi o quelli da fondo, con
il kite o trainati dai cani da slitta, oppure sorvolando le cime più alte d’Europa con l’elicottero, a La Thuile
ogni attività diventa esperienza.
Sciare internazionale nell’Espace San Bernardo
Tanta neve, tante piste, un unico skipass, sciare senza mai fermarsi in un vasto comprensorio
internazionale, un candido paesaggio dove troneggiano silenziosi due massicci maestosi, tutto questo è
l’Espace San Bernardo, una meta ambita per tutti gli appassionati degli sp2095-hotel-rolland-thuile-aostaort invernali. 160 Km di tracciati
uniscono il versante di La Thuile e quello francese di La Rosière, ripidi pendii e discese più dolci si alternano
in un carosello bianco che accontenta i gusti di tutti. Di grande attrattiva, per giovani e appassionati delle
attività off limits, lo snowpark di Les Suches, l’area snowkite al Piccolo San Bernardo e le Snow Zones di La
Rosière. 38 moderni e veloci impianti consentono di sfruttare al massimo la giornata sugli sci, rendendo
fluida la risalita, senza perdere tempo in noiose code.
Una stagione invernale lunga, quella di La Thuile, che quest’anno inizia il 1°dicembre e termina a metà
aprile: quasi cinque mesi di sci no-stop su piste in alta quota che arrivano fino ai 2.600 metri del Belvedere.
L’altitudine e il clima fanno la loro parte rendendo possibile una lunga permanenza della neve e il lavoro di
pisteur e gattisti, insieme ai 400 impianti per l’innevamento programmato, contribuisce a mantenere in
tutto il comprensorio un’ottima qualità del manto nevoso, anche in tarda stagione.
In vista della stagione invernale 2012/2013, le Funivie Piccolo San Bernardo hanno apportato alcune
importanti migliorie tecniche: la sostituzione dei seggiolini delle seggiovie di Chaz Dura e il rifacimento del
fondo della pista numero 23.

33 piste facili, 32 di media difficoltà e 14 difficili, distribuite tra Italia e Francia, garantiscono una full
immersion nello sci e nel divertimento.
La funivia Doppio Mono Cavo e la seggiovia quadriposto Bosco Express portano velocemente dai 1.450
metri del paese, fino a Les Suches, a 2.081 metri. Giunti in quota, dal versante dell’Arnouvaz (alla sinistra) si
può ammirare da vicino il ghiacciaio del Rutor. La comoda seggiovia a 4 posti Argillien Express consente di
ritornare nel cuore del comprensorio, proseguendo verso Chaz Dura, che si può raggiungere grazie alle due
seggiovie Chaz Dura e Chaz Dura Express, fino ad arrivare al Monte Belvedere, a 2.641 m, per godere di un
panorama a 360° sulle più alte vette d’Europa. Da Chaz Dura si raggiunge anche la zona del Piccolo San
Bernardo attraverso piste mediamente impegnative, ma assolutamente panoramiche, da cui si può
contemplare la bellezza del Monte Bianco. Dal Piccolo San Bernardo, con la seggiovia Fourclaz Express
dotata di cupole protettive, si può passare da un versante all’altro in poco tempo.
Molte le piste di rientro, tra cui la mitica 3, una nera con pendenza del 73% omologata per le competizioni
di discesa libera di Coppa del Mondo, che l’8 e il 9 di febbraio 2013 ospiterà nuovamente due gare di
supergigante maschile di Coppa Europa. Dedicata a Franco Berthod, allenatore e famoso atleta nativo di La
Thuile, la 3 parte dal plateau di Les Suches e, offrendo diverse varianti, scende attraverso i boschi per
arrivare in paese, dopo quasi 3 Km di “muri e curvoni”.

La seggiovia Maison Blanche, in zona Planibel, consente di raggiungere le piste di varia difficoltà nel front
neige di La Thuile. Questi tracciati, immersi in boschi di alberi secolari, soddisfano le esigenze di neofiti ed
esperti e, nelle giornate di brutto tempo, consentono di sciare in una zona più riparata.
Sul lato francese di La Rosière si scia sulle grandi e assolate piste del comprensorio, oppure si scende fino a
quota 1.170 m attraverso un bellissimo percorso tra i boschi. Per divertirsi uno Snowpark, un percorso di
Boarder Cross e un’area di Freeride.
Skipass
Acquistare lo skipass per La Thuile è semplice e veloce, grazie ai comodi servizi Teleskipass e Skipass Online
e alla nuovissima App. Per tutte le tariffe e le agevolazioni (Senior, Junior, Universitari, Mercoledì Rosa, …)
consultare il sito www.lathuile.it.

Passione, serietà e professionalità caratterizzano il team dei maestri e degli allenatori della Scuola di Sci La
Thuile, fondata nel 1964 e operativa nella sede in zona Planibel e in quella in quota a Les Suches. I maestri
hanno specializzazioni in tutte le discipline e sono a disposizione per lezioni individuali e collettive di sci
alpino, telemark, carving, snowboard, sci di fondo.
Per bambini e ragazzi che posseggono una discreta capacità sciistica e che frequentano La Thuile durante
tutta la stagione invernale, la Scuola di Sci propone la formula Tre9, un corso annuale non agonistico che
offre la possibilità di conoscere e approfondire le tecniche di sci e snowboard, per appassionarsi e vivere
momenti di aggregazione e divertimento. Il Tre9 esiste anche in versione master per gli adulti.
Sci nordico
Non c’è niente di più adatto dello sci di fondo per stringere con la montagna un rapporto esclusivo. A La
Thuile, dalla piana di Arly, partono piste ad anello di varie lunghezze e gradi di difficoltà: il lungo e difficile
anello da 7,5 km; le due piste meno faticose da 5,5 e 3 km; o il percorso più semplice da 1 km. Un altro
bellissimo itinerario si trova in zona Arpy, sotto al Colle San Carlo.
Sci alpinismo
Lo sci alpinismo trova mille espressioni a La Thuile. Immersi in una natura selvaggia, gli itinerari per esperti
o per chi vuole avvicinarsi a questa disciplina offrono la possibilità di apprezzare i panorami circostanti e di
incontrare animali selvatici.
Numerosi i percorsi da non perdere, tra i quali quello che da Pont Serrand (1.609 m) porta a Combe Varin
(2.620 m), una gita di 4 ore non particolarmente impegnativa; oppure quello che dal Colle del Piccolo San
Bernardo conduce a La Thuile, 13 Km con alcuni tratti di falsopiano, contornati da alte cime con scorci verso
il Monte Bianco e l’Aiguille de Trélatête; o ancora il più impegnativo itinerario che da La Joux (1.494 m)
arriva al Mont Valaisan (2.891 m).
press release

Divertimento, esperienza e adrenalina per coloro che non amano le strade battute e seguono il proprio
istinto: gli spiriti liberi del freeride, a La Thuile, scoprono la loro dimensione. Kilometri di neve fresca
attendono i riders per emozionanti esperienze nei boschi di Les Suches o sui pendii di Chaz Dura e della
Bella Valletta.

La Valle d’Aosta è l’unica regione italiana dove l’eliski è regolamentato da una legge regionale che ne
disciplina lo svolgimento su percorsi ben definiti. Nella valle di La Thuile si pratica dal 1° gennaio a fine
maggio, rigorosamente accompagnati dalle guide alpine. L’attività è indicata per buoni sciatori in ottime
condizioni fisiche. L’area eliski di La Thuile è compresa tra la Pointe Lechaud, il Monte Miravidi, il Mont
Ouille, il Mont Freudaz, la Becca Bianca e la Testa del Rutor, con diversi punti di recupero e svariate
possibilità di discesa sul versante italiano o su quello francese.
Snowkite
Al Colle del Piccolo San Bernardo (2.188 m) è situata l’area snowkite, l’unica in Italia che si possa
facilmente raggiungere con gli impianti di risalita. Questa vasta zona è perfetta per gli snowkiters perché
qui il vento, elemento fondamentale per la pratica dello snowkite, non manca mai e consente di “surfare”
sulla neve a tutta velocità, scendendo e risalendo i pendii innevati e divertendosi con salti ed evoluzioni.
In loco è presente la scuola di snowkite, che propone diversi pacchetti di apprendimento e pratica sia per i
neofiti che per i più esperti.

L’attrezzatissimo snowpark è posizionato accanto alla pista n.12 Piloni, in zona Les Suches, facilmente
raggiungibile dal paese con la Telecabina DMC o con la seggiovia Bosco Express. Si chiama Wazimu
Snowpark, dallo swahili Wazimu: follia, ed è un luogo di aggregazione in cui condividere la passione per la
neve. Le strutture di cui si compone sono: 4 kicker in progressione con flat da 2 a 8 metri; 1 funbox con flat
4 metri; 2 box di lunghezza 6 metri e uno di 4 metri; 1 t-box da 6 metri; 1 rainbow. Per i più piccoli un
corridoio laterale con 3 piccole whoops.

Lo sleddog è un’esperienza straordinaria, che a La Thuile assume un fascino ancor più selvaggio per il
contesto ambientale in cui corrono le slitte trainate dalle mute di husky. Sotto l’occhio vigile del musher, si
impara non solo a condurre i cani, ma soprattutto a capirli e rispettarli come veri e propri partner di viaggio.
Oltre all’avvicinamento allo sleddog, è possibile anche fare escursioni, attività di team building per aziende
ed emozionanti gite serali con tipica cena in baita.

Camminare con le ciaspole significa richiamare il fascino di un antico modo di spostarsi sulla neve e scoprire
la semplicità di movimenti alla portata di tutti, provare l’emozione di galleggiare sulla neve, avventurarsi tra
i boschi o sulle cime con il ritmo lento della camminata. Le “passeggiate d’inverno” consentono di scoprire
e conoscere il territorio di La Thuile. Raggiungono punti panoramici come quello della Maison Blanche, a
quota 1.636 m, o quello dell’alpeggio di Cretaz, a quota 1.737 m. Per facilitare l’osservazione, lungo i diversi
sentieri sono stati disposti numerosi pannelli informativi, che illustrano la flora e la fauna presenti nella
zona, indicano i nomi delle montagne e delle vallate circostanti e invitano a guardare il cielo spiegando i
fenomeni meteorologici.
Alcuni percorsi portano fino al Piccolo San Bernardo; al Colle San Carlo; altri accompagnano i turisti alla
scoperta dei luoghi di culto. Interessanti anche l’itinerario che segue i sentieri delle miniere, per
raggiungere il vecchio villaggio dei minatori e gli ingressi ai cunicoli, e la golosa ciaspolata con degustazione
alla Grotta delle fontine, dove sono stivate per la stagionatura più di 6000 forme di questo tipico formaggio
valdostano. Suggestive le ciaspolate sotto le stelle, per ammirare i colori del tramonto nel silenzio delle
radure.

Immergersi in alta quota, nelle acque di uno dei più grandi laghi alpini della Valle d’Aosta, il Lago Verney
(2.085 m), è un’occasione unica per appassionati ed esperti di subacquea. Un’attività estrema, coordinata
da un team specializzato, che organizza e segue tutte le fasi e si preoccupa anche della sicurezza. In
inverno, sotto lo strato superficiale di ghiaccio che può raggiungere anche i 2 metri di altezza, è possibile
condurre osservazioni naturalistiche per documentare con immagini fotografiche la vita acquatica
invernale.

La Thuile dispone di moderni e attrezzati noleggi sci, sia in paese che in quota. Si possono affittare sci
classici, carving, sci test, fun carving, big foot, snowboard. Un’ampia gamma di possibilità per consentire di
sperimentare nuove attrezzature in relazione alle proprie capacità.

La Thuile torna protagonista delle gare internazionali e riconferma l’appuntamento con la Coppa Europa
per il 2013. Due le date da segnare in agenda, l’8 e il 9 febbraio, giorni in cui si disputeranno i due
supergiganti maschili.
Riconoscendo l’importante lavoro organizzativo di La Thuile durante le finali del 2012, che ha permesso un
ottimo svolgimento delle competizioni di discesa libera, super G e gigante maschile, il responsabile del
circuito continentale Markus Waldner ha proposto nuovamente questa località come teatro delle due
prove di supergigante, con grande soddisfazione da parte del Comitato Organizzatore e del consigliere
federale Dante Berthod.
La Coppa Europa ha in programma 42 gare maschili e 38 femminili, l’appuntamento di La Thuile si inserisce
nel calendario FIS tra le competizioni di slalom gigante a Les Menuires (Francia) e quelle a Soldeu (Andorra).
Gli atleti correranno sulla pista numero 3 - Franco Berthod, una nera lunga 3 Km con un dislivello di quasi
900 m, intitolata al famoso campione e allenatore nativo di La Thuile. La partenza del tracciato si trova sul
Monte Terres Noires (2.360 m), il muro iniziale consente di prendere subito una buona velocità, segue una
sequenza di curvoni fino ad arrivare al punto più tecnico della pista che immette nel muro vero e proprio,
dove la pendenza massima è del 73 %. Si sussegue un’altra serie di impegnativi muri e curvoni fino a
giungere al “salto di Golette” che porta al traguardo.

Ultima modifica 02 Novembre 2012
Valuta questo articolo
(0 Voti)