MetropolNews

06:4127102021

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Turismo Viaggi In giardino tra Valzer, Polke e Mazurke

In giardino tra Valzer, Polke e Mazurke

valzer foto

 

Il vostro lato più sentimentale anela all’Ottocento? Sentite il fascino delle atmosfere romantiche e delle eroine appassionate? Avete mai letto “La signora dalle camelie” di Alexandre Dumas figlio o assistito alla “Traviata” di Verdi all’Opera? Se la risposta è sì, allora non perdete l’occasione unica di assistere ad un vero ballo dell’Ottocento, in cui le coppie volteggiano in un fruscio di crinoline di seta. Succede all’Hotel Quirinale di Roma venerdì 25 maggio 2012.

La serata inizia alle 19.30 con un aperitivo in giardino. E’ incredibile, ma l’Hotel Quirinale ha proprio nel centro di Roma un magnifico giardino interno, con una fontana, il prato, tanti fiori e un imponente cedro del Libano nel mezzo! Il ballo organizzato dall’Associazione Roma 800, inizia alle 20.30 nei magnifici saloni dell’albergo ed è seguito da una cena a buffet. I ballerini sono tutti vestiti con costumi d’epoca 1860. Vestito da sera per tutti gli altri. L’ingresso al ballo costa 85 euro, cena inclusa.

Per chi viene da fuori Roma e desidera pernottare, il costo della camera doppia all’Hotel Quirinale parte da euro 239 inclusa prima colazione, la tassa di soggiorno di € 3,00 per persona, per notte non è inclusa nel prezzo della camera.

La metà dell’Ottocento è proprio il periodo in cui il valzer trionfa. Un ballo “scandaloso” in cui per la prima volta nella storia la coppia è protagonista e si lancia abbracciata in giri vorticosi, esprimendo liberamente la propria passione romantica. Una danza ben diversa da quelle finora in auge, soprattutto nel Settecento, la “contraddanza”, in cui i ballerini si schierano in due file contrapposte e poi si incrociano in varie figure eseguendo dei passi rigidamente coreografati diretti da un “maître de ballets”.

Non c’è luogo più adatto dell’Hotel Quirinale per questo spettacolo affascinante: non appena l’Italia fu finalmente unificata, l’imprenditore Costanzi iniziò la costruzione di un complesso vicino alla Stazione che comprendeva un albergo e il teatro dell’opera, di cui la capitale mancava. L’Hotel Quirinale fu augurato l’8 gennaio 1874, mentre per l’inaugurazione del Teatro dell’Opera (allora Teatro Costanzi) bisognò aspettare il 25 novembre 1880. Albergo e teatro erano (e sono tuttora) collegati da un “passaggio segreto”, che lo rende unico e ne decreta il successo tra tutti i grandi artisti che si esibiscono all’Opera.

Da allora nelle sontuose camere dell'elegante albergo sono stati ospitati personaggi cari agli amanti del bel canto, come Toscanini, Puccini, Mascagni, Caruso, Del Monaco e in anni più recenti Carla Fracci, Nureyev e la mitica Callas, protagonista nel 1958 di una chiacchieratissima fuga dal palcoscenico, proprio attraverso il passaggio che collegava il teatro all'albergo.  

Di tempo ne è passato, ma a tutt'oggi l'atmosfera aristocratica che si respira nelle sontuose sale e nelle elegantissime 210 camere e suites, tutte arredate in stile Impero e dotate dei più sofisticati accorgimenti tecnologici, ne fa l'indirizzo preferito da una clientela estremamente esigente, in gran parte composta ancora di personalità dello spettacolo e di amanti del mondo della lirica, che apprezzano in particolare il rapporto sempre vivo esistente tra l'Hotel Quirinale e il Teatro dell'Opera. 

Hotel Quirinale – Via Nazionale 7 – 00184 Roma

Tel. 06/4707 – Fax 06/4820099

E-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Internet www.hotelquirinale.it

 

                                                                               Testo di  Marina Tavolato

Valuta questo articolo
(0 Voti)