MetropolNews

12:1327022020

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Turismo Viaggi Starshipper, il primo bus diretto Torino – Lione

Starshipper, il primo bus diretto Torino – Lione

strshipper fotoIn attesa della TAV (Treno Alta Velocità) , dallo scorso 6 luglio 2012, la Courriers Rhodaniens , azienda di trasporti francese della valle del Rodano, ha lanciato Starshipper , la prima linea diretta interregionale via  bus  che  collega giornalmente  Torino, Chambéry, Lione. Una tratta che ha incrementato in meno di sei mesi i propri passeggeri del 38%  con oltre 5 mila biglietti staccati. I pullman partono dal centro città ed arrivano in centro città , a Torino da Porta Nuova e Porta Susa, a Chambéry stazione SNCF, a Lione stazione Part-Dieu, il viaggio dura 4 ore e 25 minuti con bus Gran Turismo da 49 posti con sedili reclinabili confortevoli e riservati, a bordo  Wi-Fi gratuito , prese elettriche per ogni fila di sedili, giornali a disposizione, toilette , aria condizionata, trasporto del bagaglio in vani di carico e spazio per il bagaglio a mano, possibilità di scambio o annullare il biglietto fino al giorno prima della partenza (soggetto a condizioni). Un viaggio piacevole e sicuro a prezzi

competitivi,  46 euro per sola andata adulti e 31 euro per giovani 12-25 anni, 72 euro andata-ritorno nei giorni feriali, 52 euro nei weekend.  La maggioranza dei  passeggeri è costituita da turisti  ma anche da studenti e lavoratori. Viaggiare con Starshipper è un’alternativa all’auto privata meno inquinante senza rinunciare al comfort e aspettando il collegamento veloce TAV tra Torino e Lione. I biglietti si possono  prenotare collegandosi al sito: www.starshipper.comwww.facebook.com/starshipperwww.twitter.com/starshipperbus  oppure presso la rete di partner :Wallace Turismo & Co.   V. Assietta  6/E  -  Torino  -  Tel. 011/5693266  ;  EasyNite Srl  V. Sacchi 22  Torino   Tel. 011/543953  www.easynite.it   Il bus della Starschipper parte quotidianamente da Torino Porta Nuova alle ore 7,00 , arriva a Lione  Part-Dieu alle 11,25, riparte da Lione Part-Dieu alle 14,00  con arrivo a Torino alle 18,25,  dal lunedì al sabato, la domenica parte da Torino alle 17,00 con arrivo a Lione alle 21,25, con lo stesso orario riparte da Lione  e giunge a Torino alle 21,25.. “Questi collegamenti sono più veloci del treno TGV con il quale occorrono 4 ore e 10 minuti con arrivo a Saint Exupery che dista 40 minuti di bus dal centro di Lione” afferma Gael Savidan, responsabile della gestione del Courriers Rhodaniens, “questo  servizio è sempre saturo, è un collegamento molto atteso dai torinesi, in particolare durante il fine settimana”. “Starschipper è una rete interregionale con una forte identità territoriale , i nostri qualificati autisti sono gli ambasciatori del servizio” dichiara Yves Plessis, presidente del comitato esecutivo del Courriers Rhodaniens , “ per il 2013 la nostra società ha in progetto altri 13 collegamenti con l’interno della Francia o su tratte internazionali, siamo convinti che il  trasporto su bus è in crescita  a livello nazionale e internazionale ”. Questo collegamento permette di rispondere agli scambi economici, turistici e culturali in forte sviluppo tra le due città , La regione Rodano-Alpi (www.rhonealpes-tourisme.com ) , nel cui territorio si trova Lione,  è  al 5° posto per flusso turistico di italiani con 310.983 pernottamenti registrati nel 2011 , sono attratti dalla la ricchezza paesaggistica, dal notevole patrimonio culturale, artistico ed enogastronomico, Paul Bocuse è lo chef  lionese stellato più conosciuto a livello internazionale. Numerosi e consolidati legami storici uniscono  Lione a Torino; il passato industriale, i quartieri in corso di riqualificazione, il cinema, l’arte contemporanea, il Film Lumière e la tradizione gastronomica. Dal maggio 2012  i rispettivi sindaci hanno stipulato un accordo bilaterale di cooperazione in campo turistico e  culturale, scambi di pellicole tra il Festival Lumière e i musei del cinema, gemellaggi tra parchi cittadini e collaborazione nel miglioramento della mobilità urbana.. La città  di Lione (www.lyon-france.com ) sorge alla confluenza del Rodano e della Saona ,il centro storico, patrimonio dell’Unesco, è formato da  Place Bellecour  la piazza più grande d’Europa, da Place des Terreaux, Place des Celestins, l'Opera restaurata da Jean Nouvel. . Con la funicolare si può raggiungere la collina di Fourviere dove si trova la basilica di Notre Dame de Fourviere dalla quale si può godere un bellissimo panorama della  città. Tra i musei più importanti spicca quello des Beaux Art con una delle raccolte pittoriche più ricche d’Europa. Da visitare con guida sono le “traboules”, passaggi caratteristici tra uno stabile e l’altro., i  "mâchon lyonnais" ai mercati coperti di Lione « Les Halles de Paul Bocuse », dove si degustano le specialità lionesi a base di insaccati di maiale La serata si può trascorrere nella zona della Croix Rousse,, nel Vieux Lyon, nei caratteristici “bouchon”, locali tipici con cucina popolare accompagnata dai vini Beaujolais e  Cotes du Rhone come il “Café des Fédération” condotto da Yves Rivoiron  www.lesfedeslyon.com  altro ristorante nel centro storico di Lione è  “La Cuvée” de “La Tassée” , della famiglia Borgeot, dove si degusta la cucina lionese e tradizionale, www.latassee.fr , meritano una visita anche i   barconi galleggianti sul fiume Saona trasformati in discoteche e locali trendy. Ogni anno, il terzo giovedì di novembre, dal 14 al 18 novembre 2012,  a Lione e nella regione Rodano-Alpi  e nel Beaujolais, si festeggia con un ricco calendario di eventi  l’uscita del Beaujolais Nouveau, uno dei vini francesi più conosciuti. Migliaia i partecipanti che si radunano in piazza e allo scoccare della mezzanotte brindano alzando i calici colmi di Beaujolais Nouveau , un rosso ottenuto dal vitigno Gamay , un AOC, ( Appellation d’Origine Contrôlée, analoga all'italiana DOC), prodotto a Beaujolais, nei pressi di Lione. Questo vino si ottiene con un processo di  ”macerazione carbonica” scoperto casualmente nei primi decenni  dello scorso secolo nel corso di esperimenti per conservare l’uva in contenitori saturi di CO2 (anidride carbonica) ottenendo un particolare mosto che fermentato produsse il “Nouveau” che allo scoccare della mezzanotte del terzo mercoledì di novembre viene spedito in tutti i continenti  per soddisfare le richieste degli appassionati del più famoso novello del mondo Se siete degli intenditori o amanti del  buon vino, la festa del Beaujolais Nouveau potrebbe essere l'occasione per visitare Lione e conoscere una delle più importanti regioni d'Europa per la produzione di vini  Di seguito alcuni link utili per approfondire la conoscenza :    www.beaujolaisnouveau.comwww.beaujoalaisdays.comwww.destination-beaujolais.comwww.villefranche-beaujolais.fr   Un’appuntamento turistico importante per  Lione  è la  Festa delle Luci dell’8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione. Nel corso degli anni questa festa , della durata  di quattro giorni, ha assunto un carattere internazionale . Gli abitanti accendono  lumini sulle finestre delle loro abitazioni mentre installazioni e giochi di luce creati da  artisti internazionali illuminano i più famosi edifici e monumenti della città ,fantastiche coreografie di luci, video, installazioni sonore,  una festa che attrae milioni di turisti da tutto il mondo. Un’ulteriore occasione per visitare Lione , non con  l’auto, ma viaggiando con la linea diretta, interregionale, Starshipper.

                                                                                                                            Testo di BRUNO MUSSO

Ultima modifica 19 Novembre 2012

Video collegati

Valuta questo articolo
(0 Voti)