MetropolNews

22:1525052019

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Turismo Viaggi Villa Durazzo Pallavicini il Parco Botanico Esoterico più bello d'Italia

Villa Durazzo Pallavicini il Parco Botanico Esoterico più bello d'Italia

imagesNNBVilla Durazzo Pallavicini un Parco tra Botanica ed Esoterismo

Se siete alla ricerca di qualcosa di più di un bellissimo parco botanico, allora quello di Villa Durazzo Pallavicini a Pegli (Genova) è il posto giusto. Realizzato tra il 1840 e il 1846 per volere del

Marchese Ignazio Alessandro Pallavicini su progetto dell'architetto, decoratore e scenografo Michele Canzio, il Parco Durazzo Pallavicini è una realtà davvero unica e originale: esteso su 8 ettari dirimpetto al mare, si sviluppa in sentieri, laghi, piazzali ed edifici stupefacenti ed unisce un ricco apparato botanico a un vero e proprio percorso iniziatico aperto a tutti i visitatori in grado di avventurarsi nel labirinto di simbologie esoteriche,m allusioni mitologiche e riflessioni letterarie.

Tra teatralità ed esoterismoVilla Durazzo Palla

Lunghi studi hanno infatti permesso agli architetti Fabio Calvi e Silvana Ghigino – dell'Associazione (ATI) Villa Durazzo Pallavicini a cui il Parco è affidato in concessione - non solo di portare avanti, dal 2010 al 2016, un restauro filologico e capillare ma soprattutto di rinvenire le antiche motivazioni che stanno alla base della realizzazione di questa grande opera, ideata come uno spazio onirico che è al tempo stesso luogo di ludiche passeggiate e di iniziazione esoterica e massonica.

Concepita dal marchese Ignazio Alessandro Pallavicini e dal suo architetto, Michele Canzio, entrambi presumibilmente esoteristi e massoni, la struttura di questa fantastica rappresentazione è una organizzazione teatrale-scenografica che nel Parco si concretizza e sviluppa in un racconto in tre Atti, ognuno composto da quattro scene, precedute da un Prologo e un Antefatto, e concluso con un Esodo.

Ogni scenografia è composta da una vegetazione particolare, da acque, arredi e architetture negli stili piùm vari - neogotico, neoclassico, esotico, chinoiserie, rustico - il tutto coordinato da una progettazione sapiente che accosta i saperi dello scenografo a quelli del grande architetto e artista volitivo. In questa rappresentazione paesaggistica e teatrale il visitatore consapevole diventa, dunque, oltre che un turista, anche l'attore di questa commedia mirata alla ricerca del proprio Sé, in una sorta di melodramma mche lo trascina ad incontrare la Natura, la Storia ed infine il Futuro personificato dal Paradiso Terrestre dedicato alla dea Flora.

villa-pallaviciniSecondo il direttore del Parco, l'architetto e paesaggista Silvana Ghigino che da oltre trent'anni si occupa di questo meraviglioso luogo: "Si tratta di un'opera di straordinaria bellezza che ha la capacità di arrivare al cuore delle persone, siano esse specialisti del settore o semplici amatori. Di questo è dimostrazione il fatto che la nostra organizzazione gestionale è supportata da molti volontari che dedicano gran parte del loro tempo al giardino impegnati in varie mansioni. Inoltre i "misteri esoterici" disseminati nel percorso scenografico-iniziatico sono fonte di interessanti visite filosofiche e spunto per attività di riflessione che si tengono una volta al mese alla Casa delle Tortore".

Le ambientazioni botaniche

Ognuno dei tre atti del racconto scenografico-filosofico è caratterizzato da associazioni vegetali ben definite. Il primo atto è un lungo percorso attraverso viali e ambientazioni caratterizzate prevalentemente da vegetazioni particolari, spesso antitetiche le une alle altre, come l'ambiente della montagna, quello dell'Oasi esotica e quello delle piante da fiore. Proprio in questo tratto si sviluppa il famoso Viale delle Camelie, costituito da oltre 150 esemplari di Camellia japonica, di cui molti appartenenti al periodo di costruzione del giardino. Si tratta del raggruppamento più vasto e più antico di camelie d'Italia che, tra la metà di febbraio e l'inizio di aprile, regala la straordinaria emozione di camminare in un tunnel di corolle che ricoprono sia le alte fronde che il sentiero. Villa Durazzo no

Il secondo atto è tutto ambientato in un bosco mediterraneo che appare spontaneo benché sia stato invece completamente impiantato per volere dei suoi costruttori. Il terzo atto presenta una sorta di ambientazione incantata, oggi favorita dalla crescita di alcuni esemplari arborei particolari come la grande Canfora e il maestoso Cedro del Libano che vivono sulla riva del Lago Grande, all'interno della scenografia del Paradiso Empireo. È lasciato invece alla scena del Paradiso Terrestre il compito di inondare i Giardini di Flora di piante da fiore, siano esse camelie, primule, iberis, salvie, begonie, iri o quant'altro il direttore e i giardinieri vogliono, di stagione in stagione, regalare ai visitatori.

La storia del Parco Durazzo Pallavicini

Realizzato tra il 1840 e il 1846 per volere del marchese Ignazio Alessandro Pallavicini su progetto dell'architetto, decoratore e scenografo Michele Canzio, si estende su una superficie di circa otto ettari, sulle pendici di una collina scoscesa dirimpetto al mare, territorio completamente rivisitato durante i lavori di costruzione tramite imponenti movimenti di terra, al fine di realizzare sentieri, laghi, piazzali ed edifici stupefacenti. Inizialmente il complesso è stato realizzato senza l'intento di renderlo pubblico, ma nel tempo il marchese decise di concederne la visita a chiunque lo desiderasse e così, nel giro di pochi anni, il Parco divenne talmente famoso nel mondo da registrare oltre 20.000 visitatori all'anno, provenienti soprattutto dall'Europa e dall'America. Nel 1928, dopo tre generazioni, il parco, il palazzo, l'orto botanico e tutte le dipendenze sono state donate al Comune di Genova. Oggi il parco è affidato in Concessione alla Associazione (ATI) Villa Durazzo Pallavicini che, attraverso gli architetti Fabio Calvi e Silvana Ghigino, dal 2010 al 2016 ne ha curato il restauro, oltre ad occuparsi della gestione turistica e della manutenzione con lo scopo di conservarlo e valorizzarlo e protrarre nel tempo una azione di restauro costante.

Villa DurazzoIl Parco Durazzo Pallavicini è al primo posto tra i Luoghi del Cuore FAI in Liguria ed è al 37° in Italia.

Informazioni pratiche e visite

Il Parco è aperto tutti i giorni, escluso il lunedì, dall'inizio di marzo all'inizio di novembre.

Aperture straordinarie sono previste per l'inizio della fioritura delle camelie negli ultimi due weekend di febbraio.

Nei weekend di luglio e agosto sono previste aperture dei giochi d'acqua dell'Esodo.

È possibile visitare il parco con l'ausilio di audio guida o con guida cartacea o partecipare alle visite guidate di tipo scenografico, botanico o agli Incontri con il Direttore durante i quali si rivive il percorso esotericomassonico.

Dai due ultimi weekend di febbraio al primo di aprile è possibile partecipare alla visita guidata "Il camelieto, le sue particolarità e la sua storia" accompagnati dal direttore.

Nei weekend è aperto il bar bistrot alla Casa delle Tortore.

Bigliettiil-tritone

Intero euro 10

Ridotto Over 8 euro (over 65, residenti nel comune di Genova, giovani 19-26 anni, disabili, soci ICOM)

Ridotto Under 5 euro (7-18 anni (ridotto giovani), gruppo scuole (7-18 anni), soci Amici di Villa Durazzo Pallavicini)

Biglietto cumulativo (Parco + Museo) euro 12

Pacchetto Famiglia 22 euro (2 adulti + 1 bambino tra i 7 e i 18 anni)

Visite guidate a partire da 10 euro

Contatti

Tel. 010 8531544

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

www.villadurazzopallavicini.it 

VILLA DURAZZO PALLAVICINI – CALENDARIO EVENTI 2019

Marzo: "Il mese delle camelie"

visite guidate specialistiche al camelieto - tutti i week end del mese alle ore 14.30

venerdì 15, ore 19.30: il Venerdì del Pensiero

domenica 17, ore 10.30: Visita Guidata - alla scoperta delle meraviglie naturali per tutta la famiglia

sabato 23, ore 20.30: visita esoterica al chiaro di luna

domenica 31, ore 11.30: la Carpa d'Aprile

---------------------------------------------------------------------------------------------------

Aprile: "Benvenuto alle nuove carpe del Lago Grande"

sab. 6 e dom. 7, ore 14.30: visite guidate specialistiche al camelieto

domenica 7 : Nobiltà Sabauda in promenade tra i sentieri del parco e il terrazzo monumentale

dom. 7-14-21, ore 10:00: visite al percorso scenografico

domenica 14, ore 10.30: Visita Guidata - alla scoperta delle meraviglie delle piante per tutta la famiglia

venerdì 19, ore 19.30: il Venerdì del Pensiero

*giovedì 25: apertura straordinaria

domenica 28, ore 10.00: visita esoterica

domenica 28, ore 15:00: visita al percorso scenografico

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Maggio: "Mese della didattica per le scuole" (*su prenotazione)

*mercoledì 1: apertura straordinaria

dom. 5-12-19-26, ore 15:00: visite a percorso scenografico

domenica 12, ore 10.00: visita esoterica

venerdì 17, ore 19.30: il Venerdì del Pensiero

sabato 18, ore 21.00: visita esoterica al chiaro di luna

domenica 26, ore 15.00: visita guidata alla scoperta delle meraviglie delle piante per tutta la famiglia

------------------------------------------------------------------------------------------------------

Giugno: "Il mese della musica"ba42f2eee08c0a772e26

Performance di giovani artisti - tutti i week end del mese

sabato 1, ore 16.30: Bagno di Gong e radicamento nella natura. A seguire

apericena al Bistrot "La casa delle tortore"

domenica 9, ore 10.00: visita esoterica diurna

venerdì 14, ore 19.30: il Venerdì del Pensiero

sabato 15, ore 21.30: visita esoterica al chiaro di luna

sabato 29: Bagno di gong nel Giardino di Flora (*da confermare)

---------------------------------------------------Luglio: "Mese dell'acqua"

Giochi d'acqua nella scenografia dell'Esodo e "gita in barca" sul Lago Grande tutti i week end del mese

venerdì 26, ore 19.30: il Venerdì del Pensiero

sabato 27, ore 21.30: visita esoterica al chiaro di luna

A.T.I.: "L'Arco di Giano" Coop. Soc. – A.P.S. Amici Villa Durazzo Pallavicini – Studio Ghigino & Architetti Associati Via Ignazio

A. Pallavicini 13 - 16156 GENOVA - Tel. 3938830842 - 0108531544

VILLA DURAZZO PALLAVICINI – CALENDARIO EVENTI 2019

Agosto: "Mese dell'acqua"

Giochi d'acqua nella scenografia dell'Esodo e "gita in barca" sul Lago Grande tutti i week end del mese

giovedì 15, ore 05.00: tra la notte e il giorno aspettando l'alba

venerdì 16, ore 19.30: il Venerdì del Pensiero

sabato 31, ore 19.00: Bagno di gong nel Giardino di Flora, a seguire cena al bistrot

------------------------------------------------------------------------------------------------

Settembre: "Buon compleanno Parco!"

venerdì 13, ore 19.30: il Venerdì del Pensiero

sabato 21: inaugurazione dei nuovi restauri

domenica 22: compleanno del parco (173 anni) e 3 anni di vita dell'ATI

domenica 22, ore 10.00: visita esoterica

sabato 28, ore 21:30: visita esoterica al chiaro di luna

------------------------------------------------------------------------------

Ottobre: "Mese della Land Art"

sab. 5 e dom. 6, dalle 11.00 alle 16.00: Pietre in equilibrio

domenica 13, ore 10.00: visita esoterica

sab. 26 e dom. 27, dalle 11.00 alle 16.00: Pietre in equilibrio

sabato 26, ore 20:00: visita esoterica al chiaro di luna

------------------------------------------------------------------------------

Novembre

venerdì 1: benvenuto magico all'autunno, ultimo giorno di apertura del parco. Letture speciali e musiche.

domenica 24, ore 10.00: visita esoterica

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dicembre

domenica 8: anniversario di matrimonio della direzione! Festeggiamo tutti insieme Fabio e Silvana!

Apertura straordinaria del parco.

sab. 28 e dom. 29: apertura straordinaria del parco dalle 9.30 alle 17:00 con ultimo accesso ore 15.00

martedì 31: notte di San Silvestro tra la casa delle tortore e il castello con visita esoterica

------------------

Nei mesi di novembre, dicembre, gennaio e febbraio il parco è aperto solo per gli eventi sopra indicati.

Su prenotazione è possibile visitare il parco anche nei mesi di chiusura.

Le date degli eventi potrebbero subire variazioni, per restare sempre aggiornati

visitate il sito www.villadurazzopallavicini.it  (sul sito è possibile iscriversi alla nostra newsletter) o

seguici sulla pagina Facebook Villa Durazzo Pallavicini e Instagram.

Ultima modifica 09 Marzo 2019
Valuta questo articolo
(1 Vota)