MetropolNews

08:2430102020

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Turismo Viaggi Antibes Juan-les-Pins al naturale

Antibes Juan-les-Pins al naturale

antibes ssAntibes Juan-les-Pins al naturale

Il contesto paesaggistico in cui è situata la città, con i suoi 23 km di costa, il sentiero costiero

e le aree naturalistiche sono i punti forti e fanno della nostra destinazione una terra d'elezione, un vero e proprio paradiso terrestre.

L'agricoltura di Antibes si è concentrata per vari secoli sull'olivo, la vite, il grano, le primizie e gli alberi da frutta. L'esperimento lanciato all'inizio del XX secolo di introdurre la coltivazione dei garofani e delle rose sui terreni di Antibes ebbe un gran successo. L'azienda agricola più famosa all'epoca era quella di Vilmorin-Andrieux a Cap d'Antibes, ma anche la Maison Meilland, creatore di rose da più di cento anni. Oggi, pur avendo trasferito l'azienda nel Var, i suoi successori conservano ancora 2 ettari al Cap ed alcune serre per la creazione di nuove rose. Dopo la guerra, Antibes contava più di mille orticoltori che si occupavano esclusivamente di coltivazione sotto serra. Era il centro agricolo più importante della Costa Azzurra in quel periodo. « I fiori di Antibes partono a migliaia ogni giorno, per ogni dove »

12072018- mg 1056hdGiardini emblematici 

Ad Antibes Juan-les-Pins è possibile visitare numerosi parchi e giardini pubblici, alcuni fra i quali testimoniano l'entusiasmo dei ricchi proprietari arrivati verso la fine del XIX secolo. Il più emblematico di questi giardini è probabilmente quello della villa Eilenroc, il cui parco di 11 ettari domina Cap d'Antibes. Questo giardino dalla vegetazione lussureggiante offre un panorama eccezionale sulla baia dei miliardari. E' disseminato di specie tradizionali del paesaggio mediterraneo (pini marittimi o domestici, pini d'Aleppo o delle Canarie, cipressi, lecci, ulivi, corbezzoli, lavanda, timo, rosmarino, eucalipto, ficus...) ai quali si aggiungono 3 km di siepi di pittosporum; una parte del parco è stata ricostruita con gli elementi trovati tradizionalmente nei terreni agricoli della regione di Antibes negli anni '20.

Il roseto

Su un terreno di circa 1650mq, l'orto ed il giardinetto di piante aromatiche e di fiori permettevano, in origine, alla donna di casa che se ne occupava, di arricchire il quotidiano della famiglia. Il comune di Antibes, con l'intento di far rivivere la tradizione ed il savoir-faire cha ha fatto per anni della città « la capitale della rosa » ha voluto trasformare questo giardino con una collezione di 800 varietà di rose. Le 1760 piante necessarie sono state gentilmente offerte alla città da due famosi coltivatori di rose di Antibes, Meilland e Fazari. Sono state piantate alcune varietà prestigiose : Catherine Deneuve, Philippe Noiret, Marcel Pagnol, Christophe Colomb, Princesse de Monaco (Ets Meilland) e Brazzero, Eve, Ivoirine, Majestic, Pramila (Ets Fazari).

Impasse Beaumont, 06160 Cap d'Antibes – Tél : +33 (0)4 93 67 74 33

Alcuni orticoltori, come Les Roses d'Antibes, propongono ancora oggi una vendita diretta.

downloadbbbbvMille e un modo di scoprire il Cap d'Antibes...

Salite fino all'altopiano della Garoupe a piedi o in bicicletta e godetevi il panorama eccezionale sul Mediterraneo e sulle Alpi Meridionali. Vero e proprio polmone verde di Antibes, questa è anche l'occasione per fermarsi alla Cappella della Garoupe recentemente restaurata che ospita una notevole collezione di ex-voto. A pochi passi, una nicchia dedicata a Notre-Dame-des-Amoureux, realizzata nel 1992 da Raymond Peynet. E' tradizione che dopo la cerimonia gli sposi si rechino a renderle omaggio per benedire la propria unione.

Ed è anche l'occasione per fare una passeggiata nel bosco della Garoupe, 9 ettari di parco naturale, un bosco insolito perchè ospita numerose specie rare come la timelea tricocca, che qui chiamano anche garoupe. Da qualche anno è stato avviato un programma di restauro e salvaguardia del patrimonio storico e naturale di questo parco per valorizzare questo spazio naturale unico a forte vocazione turistica.

Gli amanti dell'escursionismo potranno scoprire il sentiero « des douaniers » che propone una passeggiata eccezionale di 3,7 km intorno al Cap d'Antibes, pullulante di profumi mediterranei lungo tutto il percorso.

L'Espace Mer et Littoral

Situato su un promontorio roccioso, all'estremità meridionale del Cap d'Antibes, questo sito naturalistico mediterraneo si estende su 2,2 ettari di cui 400 metri di costa. Una meravigliosa opportunità per godersi la natura ed il mare.

group 3-dsc 5354 dsc 5357-La sosta obbligata al Giardino Thuret 

Nel 1857 Gustave Thuret scopre il Cap d'Antibes meraviglioso e selvaggio. Compra cinque ettari, vi fa costuire una villa e comincia la realizzazione di un favoloso parco, uno dei primi giardini di acclimatazione della Costa Azzurra. Offerta allo stato dai suoi successori, la proprietà è oggi gestita dall'INRA (Istituto Nazionale della Ricerca Agronomica).

La sua eccezionale collezione di alberi ed arbusti esotici da clima mediterraneo ed il suo enorme potenziale vegetale servono alla pedagogia ed alla diversificazione delle specie ornamentali coltivabili sul litorale mediterraneo.

90 Chemin Raymond, 06160 Juan-les-Pins – Tel +33 (0)4 97 21 25 00

Juan-les-Pins

Il parco Exflora

Il parco Exflora è un giardino pubblico di 5 ettari che attorno ad un grande oliveto, riunisce le varie tipologie di giardino mediterraneo, dalla Roma antica fino all'esuberante Riviera del 19esimosecolo. La terrazza principale, situata all'ingresso del parco e fedele alla tradizione del Rinascimento italiano, offre ai visitatori la vista più completa sul giardino.

Accesso : gratuito – Avenue de Cannes, 06160 Juan-les-Pins

A pochi passi dalla città...

Anche il sito del Fort Carré con i suoi 4 ettari offre delle belle sorprese con l'unica specie di palma europea, Chamaerops humilis che cresce spontaneamente e che gli conferisce il suo aspetto verdeggiante...Si può anche notare la presenza di ulivi, carrubi, lentischi, della « yeuserai » (bosco di querce verdi) e bagolari. E ci sono anche i fiori a colorare questo spazio fuori dal comune : porracci, centauree, malva di bosco, convolvoli ed altre campanule...

cgilles lefrancq 155Il parco Vaugrenier

Vaugrenier è un sito naturalistico protetto la cui vocazione è quella di accogliere il pubblico salvaguardando l'ambiente. Questo parco naturale si estende su 100 ettari ed ospita uno stagno naturale d'acqua dolce unico nella regione delle Alpi Marittime. I suoi 21 ettari di prato inframezzato da ruscelli circondati di alberi (olmi, frassini, pioppi, salici, aceri e gelsi) ed i suoi 72 ettari di querce da sughero, di querce verdi, bianche e di pini, per non parlare della vita animale molto intensa (volpi, conigli selvatici, scoiattoli, ricci, pipistrelli, rane...) ne fanno un luogo d'eccezione. Alcuni scavi archeologici hanno portato alla luce le vestigia del villaggio Giulio-Claudiano di Vaugrenier e di un tempio dedicato a Mercurio.

Siti protetti 

Il sito « Baia e Cap d'Antibes – isole di Lérins », che comprende le scogliere di Cap d'Antibes, il bosco della Garoupe ed il sito naturalistico del Fort Carré ha ottenuto nel 2013 la classificazione Natura 2000.

www.antibesjuanlespins.com 

www.france.fr 

Ultima modifica 01 Maggio 2020
Valuta questo articolo
(1 Vota)