MetropolNews

04:5527102021

Ultimo Aggiornamento01:04:45 PM GMT

Back Turismo Viaggi Costa Azzurra Green&Charme, una delle destinazioni più amate dagli italiani

Costa Azzurra Green&Charme, una delle destinazioni più amate dagli italiani

Costa Azzurra Green&Charme, una delle destinazioni più amate dagli italiani

E' una delle destinazioni più amate dagli Italiani, merito della vicinanza geografica, di una cultura che ha tanti punti in comune, del fascino di località che si declinano fra il mare e le colline, fino ai parchi di montagna. La Costa Azzurra concentra una varietà di paesaggi e di atmosfere davvero straordinaria. Qui ecco una serie di proposte da "mettere in agenda": una Costa Azzurra green&charme tutta da scoprire appena – speriamo presto! - si tornerà a viaggiare. E per ora da sognare...

Le città sono una meta ideale per un week-end o una breve vacanza.

nice-france-aerial-beach-Un'idea perfetta per "changer de décor", cambiare scenari e prospettive, secondo il claim della nuova proposta di rilancio turistico della regione.

Arte nei musei, musica, feste e festival, giardini, natura, gastronomia...

Impossibile annoiarsi in Costa Azzurra.

Nizza, la capitale, ha mantenuto atmosfere sabaude nel Vieux Nice, il quartiere storico, case dalle facciate color ocra e stradine segrete. Poi il fascino inossidabile della Promenade des Anglais, il lungomare più famoso, costellato dalle celebri sedie blu dove è un piacere fermarsi a guardare il mare. I musei sono imperdibili : i due grandi musei dedicati a due maestri che hanno tratto ispirazione dalla luminosità eccezionale della Costa Azzurra, Matisse e Chagall, e il MAMAC, il Museo di arte moderna e contemporanea, che compie 30 anni. Nizza vanta anche una importante stagione teatrale al Teatro Nazionale. Una città sempre più verde : la Promenade du Paillon è un susseguirsi di spettacolari giardini,un vero percorso green fino al centro della città. E per passeggiare fra le colline una nuova Grande Randonnée, Lou Camin Nissart, la nuova GR, 42 km nel verde alle spalle della città.

Antibes Juan-les-Pins è famosa nel mondo per il festival di jazz, Jazz à Juan, che dal 1960 ha portato qui i più grandi musicisti da tutto il mondo. Mentre ad Antibes, fra le antiche mura, nel castello che è stato l'atelier d'eccellenza di Picasso, oggi si ammirano numerosi suoi capolavori. Altra tappa il museo Peynet, nella ex scuola, deliziosamente romantico. L'atmosfera della città dalle due anime è piacevolissima nel fuori stagione, rilassante, ma anche animata da eventi! Mandelieu-La-Napoule-1B-cha

A Cannes festival e spettacoli sono di casa : Il centro città è sempre animato, si va alla scoperta del murs peints, i murales dedicati al cinema, e a fare shopping nelle tante boutiques di tendenza..Oppure si prende il battello e ci si immerge nell'atmosfera di natura assoluta delle isole di Lérins, magari fermandosi a St Honorat a degustare il vino prodotti dai monaci.

Mandelieu-la Napoule propone la natura nel cuore della città : attraversata dal fiume Siagne, navigabile, dominata dal massiccio dell'Estérel, dal Mont San Peyre e dal massiccio del Tanneron, con una spettacolare foresta di mimose (la città è la capitale della mimosa) è adagiata lungo il golfo, votata allo sport e alle attività all'aria aperta e rivela un misterioso castello, ex fortezza medievale, dai giardini scanditi da opere d'arte.

Grasse, la capitale dei profumi, appena alle spalle del mare, è davvero un'inebriante immersione nelle fragranze dei fiori raccolti nei campi tutt'intorno alla città, e invita a inventare il proprio profumo esclusivo nel corso di laboratori su misura organizzati dalle grandi maison Galimard, Molinard e Fragonard che si visitano come piccoli musei.

Grandi e spettacolari giardini anche a Mentone, dove è un piacere seguire un vero tour fra giardini incantati- Maria Serena, Val Rameh..- e fra le collezioni di agrumi (i limoni di Mentone sono famosi)di Palais Carnolès. Una città verde e anche una città gourmande, votata alla grande gastronomia :qui il miglior chef del mondo, Mauro Colagreco, officia al Mirazur, 3 stelle Michelin, eletto a sua volta miglior ristorante del mondo da "World's 50 Best Restaurants" .

Da Mentone a Monaco, con gli scenari di un vero principato d'altri tempi. Da non perdere il Palazzo dei Principi, il grandioso Museo Oceanografico, e il leggendario Casinò di Monte-Carlo, architettura di Charles Garnier, l'artefice dell'Opéra di Parigi. Un evento la stagione dei balletti al Grimaldi Forum Monaco, da ottobre a gennaio 2021Gourdon.5

www.cotedazurfrance.fr 

Fra i villaggi alle spalle del mare

Appena dietro la costa, la Costa Azzurra è costellata da deliziosi piccoli villaggi di charme, che hanno conservato un'atmosfera rilassante, particolarmente piacevole nel fuori stagione. Sono villaggi d'arte, d'artigianato, spesso in posizione panoramica su paesaggi infiniti...E si possono raggiungere in modo ecosostenibile, anche in bicicletta.

St Paul de Vence è certamente il più famoso, un villaggio d'artisti con la famosa Fondazione Maeght dalle collezioni ricchissime, e l'atmosfera rilassante di un borgo di charme, con la grande spianata dove si gioca alla pétanque, gallerie d'arte, ristorantini. Tourrettes sur Loup , ultrapanoramico, è il villaggio delle violette, raccolte proprio da metà ottobre e metà marzo, e utilizzate oltre che per l'arte del profumo anche per la confetteria. Gourdon, villaggio-fortezza medievale arroccata a 410m, conserva un antico castello-museo immerso nei giardini disegnati da Le Nôtre. Altro vero nido d'aquila è Eze, sospeso a 429 metri sulla costa, in un sito straordinario. Il villaggio antico è tutto da girare e il giardino esotico, ultrapanoramico, è straordinario. E per rimanere in tema di villages perchés, imperdibile Ste Agnès, il villaggio litorale più alto d'Europa. Due mete d'obbligo per l'artigianato sono Biot, villaggio medievale immerso fra il verde e i fiori a due passi dal mare e votato all'arte del vetro, dove oltre alle botteghe dei maestri vetrai e dei ceramisti c'è da vedere il grandioso museo Fernand Léger, e Vallauris Golfe-Juan, vlllaggio della ceramica e dei vasai, con un altro splendido museo, il Museo Nazionale « La Guerre et la Paix »,con il grande affresco omonimo di Picasso e l'immancabile Museo della Ceramica. Poi si può scendere verso il mare a St Jean Cap Ferrat, nello splendido promotorio verde, a visitare l'altrettanto splendida Villa Ephrussi de Rothschild, immersa in 7 ettari di giardini a tema – francese, giapponese, esotico... E magari vivere una piccola avventura slow sul «Train des Pignes » che passa per i villaggi che scandiscono il percorso da Nizza a Digne.

www.cotedazurfrance.fr  TREEHOUSE

Natura e soggiorni green

E' davvero sorprendente la Costa Azzurra. a 50 km in linea d'aria dal mare, ecco montagne che si ergono fino oltre i 3000 metri. E' questa particolarità a creare la grande varietà di paesaggi e a offrire un'altrettanto grande ricchezza di attività all'aria aperta, dagli sport nautici al trekking e alla scalata.

Una scoperta il Parco Nazionale del Mercantour, che condivide con il Parco delle Alpi Marittime in Piemonte 33 km di crinale di montagne. A Valberg, accessibile dalle gole del Daluis, considerate il « Colorado nizzardo », si può percorrere il sentiero planetario che riproduce il sistema solare : un tour « immaginario » negli spazi celesti. Una delle tendenze più attuali, in perfetto spirito « green », è scegliere delle soluzioni ecologiche anche per alloggiare. Le possibilità in Costa Azzurra sono molte, anche a due passi dal mare, come le capanne sugli alberi di Orion Treehouses a Saint-Paul de Vence. L' ecolodge al Domaine du Haut-Thorenc, nella riserva dei Monts d'Azur, consente un « incontro ravvicinato » con specie rare di animali e vegetali : è la prima riserva in Europa ad avere per vocazione la reintroduzione di specie ancestrali che già esistevano all'epoca neolitica, fra bisonti, cavalli selvaggi, cervi... Molto innovative le « bolle » trasparenti, idea perfetta per soggiorni di immersione totale nella natura (ma con tutti i confort). La Bulle du Cyans a Valberg offre l'emozione di indimenticabili notti sotto le stelle

www.cotedazurfrance.fr 

La gastronomia, fra storia, tradizione, creatività

Bistrot tradizionali e ristoranti gastronomici d'eccellenza, come il già citato Mirazur dello chef Colagreco, il top, tradizioni locali e cucine dal mondo, la cucina di mercato, la famosa socca, corrispettivo della nostra farinata di ceci, i "farcis" di Nizza...in Costa Azzurra la gastronomia è un piacere per tutti i gusti.Photomontage  Absolute Architecture 2020

Cominciamo con un po' di storia della grande gastronomia : visita irrinunciabile a Villeneuve Loubet al Museo Escoffier dedicato ad Auguste Escoffier (1846-1935), il « cuoco dei re e re dei cuochi », considerato il padre della cucina moderna. Propugnatore della cucina francese nel mondo, a lui si devono ricette diventate iconiche, come la pesca Melba e le cosce di rana Nimphes a l'aurore. A Nizza d'obbligo provare la cucina di tradizione, dai sapori tipicamente mediterranei, entrando in uno dei ristoranti segnalati dal marchio « Cucina Nizzarda » : si tratta dell'unica cucina locale francese riconosciuta con un marchio ufficiale . Molto piacevole per scoprire tradizione e nuove tendenze, spesso veg, il nuovo spazio food La halle de la Gare du Sud , allestito in una ex stazione ferroviaria.

www.cotedazurfrance.fr 

Mostre, festival, e pass su misura imgddda

Con più di 130 monumenti e musei e 150 gallerie d'arte la Costa Azzurra è una regione di cultura. Dalle grandi mostre ai festival famosi nel mondo, a cominciare dal leggendario Festival del Cinema di Cannes per arrivare al più nuovo- ma già apprezzatissimo- Festival dei Giardini, passando per il mitico Jazz à Juan, la Côte è una vetrina di eventi e di appuntamenti tutto l'anno

Sono possibili sempre, e comodamente senza spostarsi, le visite virtuali dei musei. La cultura di Nizza per esempio arriva a casa grazie al sito cultivez-vous.nice.fr, un accesso on line esclusivo e privilegiato ai grandi musei della capitale della Costa Azzurra, dal MAMAC al Museo Matisse, il Museo Archeologico, Palazzo Lascaris.. Anche Cannes propone eventi e proposte culturali, mostre on line sul sito www.cannes.com/cannes-culture-on-air e sulla pagina Facebook Cannes Culture sotto il titolo « Cannes Culture on Air - La culture est essentielle », la cultura è essenziale, con lives, video, animazioni culturali.. Due grandi festival sono già confermati per il 2021, il Festival dei Giardini (Festival des Jardins de la Côte d'Azur), con 80 giardini aperti al pubblico, dal 3 al 28 aprile e dal 30 aprile al 2 maggio l'Outdoor Festival 06 (Festival dell'outdoor) oltre 300 attività nella natura in una regione che è votata allo sport nelle più diverse declinazioni. E per godersi in modo attivo il verde della Costa Azzurra, niente di meglio di autentici « green » : i 35 campi da golf della regione a portata di Golf Pass (www.cotedazur-golfs.com). Su misura dei vacanzieri, e ora scontato del 30%, anche il

Pass Côte d'Azur France, che permette l'accesso a più di 100 attività, musei e parchi come Marineland..

www.pass-cotedazurfrance.fr 

www.cotedazurfrance.fr 

E per finire un pò di shopping...

Scoprite la boutique ufficiale on line della Costa Azzurra . imgasdz

Quest'anno per Natale...pensa ad un regalo originale, offri un regalo CotedAzurFrance! Clicca sull'immagine qui sotto e scopri i tanti prodotti della collezione. Moda, gioielli, valigeria, profumi, leccornie e decorazioni. Rimane solo l'imbarazzo della scelta...e allora...GO...SHOPPING!

Per Informazioni :

COMITE REGIONAL DU TOURISME COTE D'AZUR FRANCE

455, Promenade des Anglais

06200 Nice

www.france.fr 

www.cotedazurfrance.fr        #CotedAzurFrance 

Ultima modifica 03 Dicembre 2020
Valuta questo articolo
(2 Voti)